150703592 8915119d cff8 44c9 9c9d 30b5d403a70b

Il garante della privacy approva il Green pass

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

150703592 8915119d cff8 44c9 9c9d 30b5d403a70b

Il garante della privacy dà il via libera all’utilizzo del green pass in Italia e si definiscono le piattaforme che distribuiranno il certificato digitale: il sito web della Piattaforma nazionale-DGC, il fascicolo sanitario elettronico e le App Immuni e IO, anche se quest’ultima è stata temporaneamente bloccata per alcune criticità scaricate.

La certificazione verde potrà essere richiesta al medico di famiglia o in farmacia, autorizzati a scaricare la certificazione web.Altra misura, chiesta e ottenuta dal garante nel corso delle interlocuzioni con il ministero della Salute, e’ che i soggetti deputati ai controlli delle certificazioni verdi siano chiaramente individuati e istruiti.  In merito alle app per recuperare il green pass, il Garante ha autorizzato l’uso di Immuni, ma ha rinviato l’impiego dell’app Io a causa delle criticita’ riscontrate in merito alla stessa. Il garante ha ordinato in via d’urgenza alla società PagoPa di bloccare provvisoriamente alcuni trattamenti di dati effettuati che prevedono l’interazione con i servizi di Google Mixpanel, e che comportano quindi un trasferimento verso Paesi terzi  di dati particolarmente delicati (esempio transazioni cashback, strumenti di pagamento, bonus vacanze), effettuato senza che gli utenti ne siano stati adeguatamente informati e abbiano espresso il loro consenso. Profili sui quali l’Autorià aveva già richiamato l’attenzione con diversi provvedimenti del 2020 fornendo peraltro indicazioni per rendere conforme l’uso dell’app alla normativa sulla privacy.



Go to Source