Il ministro Giorgetti convoca Dazn: ”Fare chiarezza”. La replica: ”Disponibili al confronto”

Pubblicità
Pubblicità

Il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha convocato al Mise i vertici di Dazn per “fare chiarezza, a tutela dei consumatori”, in merito ultime decisioni dell’azienda che detiene i diritti tv del calcio di serie A, in particolare l’eliminazione della “doppia utenza” che ha scatenato l’ira degli abbonati.

Dazn: “Disponibili al confronto”

Giorgetti, insieme con la sottosegretaria Anna Ascani che ha la delega sulla materia, ha invitato i rappresentanti Dazn martedì prossimo alle ore 15. Dazn dal canto suo ha accettato di sedersi al tavolo: “Come di consueto siamo disponibili alla collaborazione e al confronto con le autorità e le istituzioni: a questo riguardo, abbiamo prontamente accolto l’invito da parte del ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, e del sottosegretario Anna Ascani, ad un confronto da svolgersi all’inizio della prossima settimana”, si legge in un comunicato.

La stretta di Dazn, non lascia, ma dimezza: stop a due utenze per ogni abbonamento

Ancora proteste sul web

La decisione dell’emittente di eliminare, dal prossimo dicembre, la “doppia utenza” (la possibilità di accedere con lo stesso abbonamento da due dispositivi diversi) ha scatenato immediatamente l’ira delle persone sui social. Anche a livello politico non sono mancate reazioni di sdegno (il governatore della Lombardia, durante una diretta facebook, ha rimarcato come sia “sbagliato e inaccettabile cambiare le regole a partita in corso”) mentre i deputati della Lega, Daniele Belotti e Massimiliano Capitanio, hanno presentato un’interrogazione urgente al sottosegretario allo Sport.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source