Il Pakistan garante dei talebani. Ma il terrorismo resta una minaccia

Pubblicità
Pubblicità

“Il territorio dell’Afghanistan non sarà usato contro nessuno, possiamo assicurarlo alla comunità internazionale”, dice il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid rispondendo a chi gli domanda se daranno, come in passato, rifugio a terroristi e foreign fighter. Dunque, l’hanno promesso. Durante la prima conferenza stampa dell’Emirato islamico, di fronte a un nugolo di giornalisti stranieri increduli per l’inedita postura degli studenti coranici, i nuovi padroni dell’Afghanistan prendono le distanze da Al Qaeda (presente in 15 province del Paese, secondo le Nazioni Unite), Stato Islamico, la rete sunnita di Haqqani e gli altri corpuscoli jihadisti che tuttora si nascondono in quelle lande.

Il canovaccio di Doha
Quanto sia sincero il proposito lo capiremo col tempo.

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€/mese per 3 mesi poi 5,99€/mese per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

5€/mese per 3 mesi poi 13,99€/mese per 12 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source