163845024 7379595b 18dd 4675 b4bf 9b8363225228

Il post omofobo del consigliere comunale di Trieste Tuiach: i Sentinelli di Milano lo denunciano per “odio sulla base dell’orientamento sessuale”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

163845024 7379595b 18dd 4675 b4bf 9b8363225228

L’antefatto avviene il 16 febbraio, a Repen, comune vicino a Trieste: Antonio Parisi, attivista Lgbt della comunità del Friuli Venezia Giulia, viene pestato a sangue mentre si trova con due amici in un locale della piazza centrale del paese da un gruppo di ragazzi che subito si dilegua. Aggressione omofoba? Una ipotesi, anche se non l’unica. Ma quel pestaggio diventa occasione per Fabio Tuiach, un consigliere comunale di Trieste, ex leghista passato a Forza Nuova che già più volte si è distinto per le sue posizioni omofobe, per un post vergognoso. Post che adesso provoca a sua volta un’altra reazione: l’associazione laica e antifascista milanese I Sentinelli ha deciso di denunciare il consigliere Tuiach.

Trieste, il consigliere comunale: “Segre ha detto che Gesù era ebreo: da cattolico mi sento offeso”

“Un esponente Lgbt è stato picchiato e scoppia il caso omofobia a Trieste, siamo in campagna elettorale e succede ogni volta ma forse ha litigato con il fidanzato per la vasellina. Grande solidarietà da parte di tutte le forze politiche ma ricordiamoci che in più di un terzo dei paesi al mondo non esiste il problema omofobia perché per i gay c’è il carcere o la pena di morte. Noi avevamo il rogo un tempo, mentre in Russia c’è la legge anti-gay come in tutto l’Est e per questo loro non accolgono palestrati che fuggono da paesi omofobi”. I riferimenti alla Russia come luogo ideale non sono casuali: il post di Tuiach infatti compare non su Facebook ma su VKontakte, social network molto diffuso proprio in Russia.

Trieste, il consigliere comunale: “Segre ha detto che Gesù era ebreo: da cattolico mi sento offeso”

Tuiach, ex pugile 40enne passato alla politica, non se ne perde una: il femminicidio? è un’invenzione della sinistra (e questa uscita gli costa l’espulsione dalla Lega e il passaggio prima a Forza Nuova e poi al gruppo misto). La sala delle unioni civili del Comune di Trieste? Per lui è la sala dei ‘culimoni’. I nemici sono ovviamente gli islamici – con accostamenti tra Maometto e la pedofilia -, i rom. Stefano Cucchi? In quanto drogato si è meritato il pestaggio mortale. Trieste vuole dare la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta alla Shoah? Il consigliere interviene in aula e dice: “Inviterei anche io questa simpatica nonnina, come Salvini, a bere un tè. Massima stima, grande ammirazione però mi ha un po’ confuso e da profondamente cattolico mi sono sentito un po’ offeso perché (Liliana Segre ndr) ha detto che Gesù era ebreo”. E poi ci sono i gay, e quando organizzano il Pride chiede alla chiesa un rosario riparatore. L’ultima il 27 gennaio scorso, Giorno della Memoria: sempre sul suo social russo preferito ha pubblicato una foto di Hitler.

Caro Tuiach, Gesù era ebreo: non lo dice Liliana Segre, ma la Bibbia

Le parole scritte dal consigliere sull’aggressione a Parisi non sono le uniche. Perché da due giorni, rispondendo a chiunque lo attacchi, continua a riferirsi alla pena di morte per i gay. I gruppi consiliari di Comune – qui governa il centrodestra con Roberto Dipiazza – e Regione – guidata dal leghista Massimiliano Fedriga – del Movimento 5 Stelle ne stanno chiedendo l’espulsione. Il deputato Pd Emanuele Fiano ha scritto un post condannando le parle di Tuiach, che ha pensato bene di replicare: “L’onorevole Fiano se la prende con me perché sono omofobo ma se non fosse per gli omofobi lui non sarebbe qui. L’Armata Rossa ha salvato suo padre in un campo di concentramento nazista ma i comunisti (quelli veri) mettevano nei gulag i finocchi proprio come Hitler”. Replica Fiano: “Il signor Tuiach immagino che pensi di avere ingaggiato con me non so bene quale competizione, giacché io ho denunciato su Fb la sua omofobia, nonché l’esposizione della foto di Hitler durante il Giorno della Memoria; in genere mi occupo di personaggi e argomenti perlomeno un filo più rilevanti. Di questo si occuperà magari il mio avvocato”.

Ma un avvocato – l’avvocata Paola Ponte di Milano – si sta già occupando di Tuiach per conto dei Sentinelli di Milano. Che hanno annunciato la denuncia che verrà depositata lunedì alla procura presso il tribunale di Trieste. “Ci siamo basati solo sul post del consigliere: riteniamo grave che un uomo delle istituzioni, anziché portare solidarietà a una persona picchiata, senta il bisogno di fare riferimenti a Paesi dove l’omofobia è di Stato”, spiega il portavoce dell’associazione Luca Paladini. La denuncia, quindi, ha un perimetro specifico: “Le parole utilizzate non possono che essere considerate un incitamento all’odio sulla base dell’orientamento sessuale. Le parole formano uno scritto allusivo solo in apparenza, ma che denota e specifica un tratto significativo, caratterizzato da pesante intolleranza e sprezzante omofobia”, concludono I Sentinelli.



Go to Source