Il presidente Mattarella inaugura la Scala: cinque minuti di applausi, per lui le grida “bis”

Pubblicità
Pubblicità

Con l’arrivo del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, accolto da un lunghissimo applauso della sala, e dal pubblico che gridava “bis, bis” al Capo dello Stato, si è aperta ufficialemnte l’inaugurazione del Teatro alla Scala, primo ritorno in scena dopo la chiusura per l’emergenza Covid, primo spettacolo “vero”, Macbeth, dopo la soluzione ibrida trovata lo scorso anno con A riveder le stelle. Con la regia di Davide Livermore, sul podio il maestro Riccardo Chailly, sul palco quello che il sovrintendente alla Scala, Dominique Meyer, ha definito “un poker d’assi” di interpreti – Luca Salsi, Anna NatrebkoIldar Abdrazakov, Francesco Meli – prende vita l’opera verdiana da Shakespeare. 

Per il presidente Mattarella si tratta dell’ultima performance di Sant’Ambrogio del suo mandato. Ad accompagnarlo la figlia Laura, che per l’occasione indossa un abito firmato Giorgio Armani. Mattarella è stato accolto dal sovrintendente Meyer, dal sindaco Beppe Sala, dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana e dal prefetto Renato Saccone. E’ la terza volta che Mattarella assiste all’evento del 7 dicembre da Capo dello Stato: il debutto era stato nel 2018 per Attila di Verdi e due anni fa aveva presenziato alla Prima di Tosca di Giacomo Puccini.

Gremita la sala, gremiti anche il foyer e lo spazio all’esterno, ressa di fotografi. “Spero in una grande gioia per gli spettatori che sono in sala e quelli di tutto il mondo che lo vedranno in televisione – ha detto Meyer – abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare in sicurezza, siamo molto attenti a proteggere sia la salute dei dipendenti sia quella degli spettatori. Se la gente si comporta seriamente e con disciplina come ha fatto finora, allora possiamo essere ottimisti”. “Come ogni 7 di dicembre tutto il mondo della cultura e della musica guarda l’Italia, Milano e la Scala – afferma il ministro della Cultura Dario Franceschini al suo arrivo in teatro – è importante che questa serata dimostri che si può far ripartire la cultura in sicurezza”. 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source