Il terzo episodio dellironica campagna del governo tedesco contro il Covid

Il terzo episodio dell’ironica campagna del governo tedesco contro il Covid

La Republica News
Pubblicità

Si chiama Tobi Schneider il protagonista del terzo capitolo dell’ormai celebre serie di finti (e ironici) documentari realizzati dal governo tedesco per sensibilizzare soprattutto i giovani a restare a casa per rallentare la diffusione del Covid-19.

Schneider, alle prese con i ricordi dell’inverno 2020, mostra una medaglia ricevuta come premio “per il mio straordinario impegno nella lotta contro il coronavirus”. “All’improvviso divenni un eroe, un idolo, un cittadino modello. Nessuno se lo sarebbe aspettato da me”, racconta l’uomo, che poi spiega il motivo: “Prima che scoppiasse la pandemia, ero certamente la persona più pigra che si fosse mai aggirata per il Paese”. Le immagini mostrano a questo punto un giovane nerd, davanti al suo pc, mentre mangia “ravioli freddi” dalla scatola, perché “ero troppo pigro per riscaldarli. I miei amici mi chiamavano ‘Toby il pigro’. E quando poi arrivò il coronavirus, rimasi lo stesso pigrone che ero sempre stato. Era il mondo che nel frattempo era cambiato. Non fare niente improvvisamente diventò un servizio alla comunità. La pigrizia poteva salvare vite. E in quello io ero un maestro”.



Go to Source