Il viaggio nell’arte di Bob Dylan al Maxxi. La prima in Europa della mostra Retrospectrum

Pubblicità
Pubblicità

“Vogliamo realizzare un viaggio attraverso i decenni della carriera artistica di Bob Dylan. Per la sua poliedricità è come un uomo del Rinascimento”. Il curatore Shai Baitel sintetizza così Retrospectrum, la mostra dedicata a Bob Dylan allestita presso il Museo Maxxi di Roma. Un appuntamento importante per la Capitale, prima città europea a ospitare l’evento. “Dylan prova un sentimento unico per questa città – ha spiegato Baitel – Per questo ci abbiamo tenuto a farla qui. Inoltre riteniamo che nella canzone ‘When I paint my masterpiece’ lui faccia riferimento al suo quadro Piazza di Spagna”. “Questa anteprima europea mette in mostra l’aspetto musicale, della parole, visivo che vanno a comporre l’universo poetico di questo grande artista – sottolinea Bartolomeo Pietromarchi, direttore di Maxxi Arte – Sono molto contento di aver potuto ospitare ‘Homesick Blues’. Tutte le parole apparse nel video del 1966 sono state riscritte da Dylan ed esposte su una parete, creando un’installazione davvero interessante”.

di Luca Pellegrini

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source