Ilaria D’Amico, ascolti troppo bassi: il programma verso la chiusura

Pubblicità
Pubblicità

Chiudere subito il programma o tra una settimana? È fortemente a rischio il futuro di Ilaria D’Amico con il suo Che c’è di nuovo su Rai 2. In queste ore i vertici dell’approfondimento Rai stanno decidendo, anche alla luce degli ascolti dell’ultima puntata, al di sotto delle aspettative (giovedì 12 gennaio ha registrato 420mila spettatori pari al 2,5 per cento di share), e questo nonostante la conduttrice avesse un’ospite di tutto rispetto come Wanna Marchi. E c’è chi dice che, in realtà, il programma sarebbe stato già cancellato.

Ma la cancellazione non elimina i compensi

Va detto, però, che anche altri programmi hanno avuto un inizio travagliato, come ad esempio Nemo nessuno escluso, andato in onda in prima serata su Rai 2 per cinque edizioni dal 12 ottobre 2016 al 7 dicembre 2018. Il talk condotto da Enrico Lucci e Valentina Petrini (e nell’ultima stagione Lucci da solo), impiegò un po’ di tempo per carburare e iniziò a riscattarsi dopo molte puntate. Se Che c’è di nuovo dovesse chiudere i battenti prima della fine della stagione scatterebbe la clausola sul contratto della conduttrice che riduce (ma non cancella) il compenso pattuito con la Rai.

‘Belve’ rinuncia alla puntata del giovedì. Ecco perché

Perplessità sul format

La chiusura anticipata della trasmissione potrebbe arrivare ad appena tre mesi dall’inizio: il programma era infatti iniziato su Rai 2 lo scorso 27 ottobre. Fin da subito in molti hanno manifestato perplessità sul format. Nel suo programma, Ilaria D’Amico tratta politica, attualità ed economia con interviste e dibattiti con gli ospiti in studio. Come la stessa conduttrice aveva dichiarato, il taglio  avrebbe dovuto essere simile a quello de Le invasioni barbariche di Daria Bignardi. Ma il pubblico non ha premiato questa scelta.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source