iLens il futuro della lente a contatto con zoom ottico e visione al buio

iLens, il futuro della lente a contatto con zoom ottico e visione al buio

Libero Quotidiano News
Pubblicità
Pubblicità

Condividi:

11 dicembre 2020

(Milano, 11 dicembre 2020) – Milano, 11 Dicembre 2020. Una lente a contatto intelligente, con funzioni di monitoraggio della salute e potenziamento di qualità e capacità visiva, è protagonista dei programmi di centri di ricerca di tutto il mondo. Grazie alla collaborazione con il futurologo Richard Watson, Lenstore (società specializzata nella vendita online di lenti a contatto dei top brand) concettualizza iLens, la lente smart dalle funzionalità avanguardistiche.
Sfruttando le potenzialità della realtà aumentata, permetterà all’utilizzatore di accedere a nuovi mondi virtuali, ma anche cambiare il colore degli occhi dallo smartphone e tanto altro. L’autore di “Digital Vs Human: How We’ll Live, Love and Think in the Future” intravede “la possibilità che gli schermi di piccole dimensioni verranno sostituiti da lenti a contatto ‘intelligenti’ in grado di proiettare ologrammi di computer portatili o smartphone nella realtà aumentata […] Il concetto di realtà sarà un’idea complessa e poco chiara. Le lenti a contatto intelligenti renderanno accessibili a tutti esperienze virtuali immersive, che daranno l’impressione di vivere in una situazione di vita reale”.
Cosa distinguerà iLens? Tra le principali funzionalità figurerebbe la possibilità di riguardare i ricordi, grazie a una registrazione attivabile con un semplice batter d’occhio, mentre le immagini verrebbero salvate sullo smartphone ricorrendo alla connettività Bluetooth.
Queste rivoluzionarie lenti potrebbero fornire notifiche sul tempo trascorso davanti a schermi digitali. Anche per effetto della crescente diffusione dello smart working, è oggi ancora più importante fare attenzione a regolari e frequenti pause dai monitor.
Un’altra caratteristica innovativa è la misurazione della qualità dell’aria, con monitoraggio, notifiche e aggiornamenti. In particolare, gli utenti che soffrono di allergie potrebbero approfittare dei rilevamenti del bollettino dei pollini.
Lenstore ha inoltre coinvolto i consumatori, in particolare i portatori di lenti a contatto, per comprendere quali sono le aspettative. E nell’ambito delle funzionalità più richieste figurano monitoraggio per il distanziamento sociale anti-Covid, zoom ottico, allerta fitness con promemoria per restare in forma, capacità di vedere al buio mediante un sistema di illuminazione regolato.
Sulle potenzialità delle lenti a contatto smart è intervenuta anche RoshniPatel, BSc (Hons) MCOptom, Manager dei Servizi Professionali a Lenstore, sottolineando gli effetti sul piano medico. Le lenti porteranno ad alleggerire “il carico di lavoro dei servizi ospedalieri di oftalmologia e oculistica. Sarà possibile infatti somministrare medicinali alle persone affette da glaucoma – o altre malattie dell’occhio – direttamente da un’app connessa alle lenti, accessibile dal proprio smartphone. Questo processo faciliterà la somministrazione di medicinali e renderà più semplice ed accessibile la cura”.
Ufficio stampa Fattoretto Agency
Agenzia SEO&Digital PR



Go to Source