In fila al Banco dei pegni: “Ho portato tutto l’oro che avevo”

La Republica News

8 maggio 2020″E’ il terzo giorno che vengo, nei primi due c’era tantissima fila. Tanta gente sta impegnando i propri averi, siamo tutti sulla stessa barca”, racconta una signora in coda alla filiale del banco dei pegni di via Sampiero di Bastelica a Roma del gruppo Affide. Una delle tante che a causa dell’emergenza coronavirus ha deciso di impegnare beni preziosi per far fronte alle spese. Molti intervistati hanno perso il lavoro. “Stiamo riscontrando un 10% in più di afflusso da un giorno all’altro – spiega il direttore di Affide Rainer Steger -. Ma tra la settimana scorsa e questa l’aumento si aggira tra il 40 e il 50%”. “Aspetto la disoccupazione da sei mesi ma ancora niente. Per questo sto andando a impegnare un bracciale d’oro, spero di andarci avanti per almeno due settimane”, si sfoga una giovane donna in fila. E un’altra: “Ho portato tutto quello che avevo, non ho più niente”. “Molte persone vengono perché hanno bisogno di liquidità per pagare la spesa o le bollette altri perché devono adeguare i propri negozi alle nuove disposizioni di sicurezza”, aggiunge Steger.
Video di Francesco Giovannetti e Cristina Pantaleoni

Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi