In Spagna spunta il segnale di divieto per le auto inquinanti

Pubblicità
Pubblicità

Un segnale stradale contro le auto inquinanti. Non s’era mai visto prima. Succede in Spagna, che corre ai ripari contro il cambiamento atmosferico, tanto da introdurre nel proprio codice della strada un segnale nuovo di zecca, deciso dalla Direzione Generale del Traffico (DGT) e con multe che arrivano fino a 6000 euro.

Le misure sono state prese in 147 comuni, per delimitare l’accesso ai centri urbani. Il nuovo segnale ha una forma circolare e mostra un veicolo che espelle fumo dal suo tubo di scarico e informa “del divieto di ingresso agli autoveicoli, ad eccezione di quei veicoli che hanno l’etichetta ambientale indicata dall’ente locale nella parte inferiore del segnale”.

Infatti, sotto, c’è il riquadro che indica le tre eccezioni consentite dalla regola: i veicoli con emissioni 0 , quelli che hanno la ‘eco label’ e quelli con il bollino ‘C’. Naturalmente il divieto non c’è per il badge “0” (veicoli elettrici a batteria, BEV), gli elettrici ad autonomia estesa (REEV) e ibridi plug-in con un’autonomia minima di 40 km o veicoli a celle a combustibile.

È l’etichetta ‘B’ a essere fuori norma, cioè le auto a benzina e i furgoni leggeri immatricolati da gennaio 2000 e diesel a partire da gennaio 2006, oltre i veicoli con più di 8 posti a sedere e merci trasporto, sia benzina che diesel, immatricolato dopo il 2005.

Così dunque in Spagna. E l’Italia?

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source