Incendio sul traghetto diretto a Brindisi, trovato un altro cadavere a bordo: ora i dispersi sono nove

Pubblicità
Pubblicità

I morti sono due. Un altro cadavere carbonizzato è stato trovato a bordo dell’Euroferry Olympia, il traghetto andato a fuoco nella notte fra giovedì 17 e venerdì 18 febbraio al largo dell’isola greca di Corfù. Nel complesso i dispersi sono nove, secondo quanto ha annunciato la Guardia costiera greca: domenica 20 febbraio era stato rintracciato un sopravvissuto e il corpo senza vita di un camionista greco. La sua famiglia ha sporto denuncia contro la compagnia italiana Grimaldi Lines, “ritenuta responsabile” dell’incendio, ha detto il loro avvocato.

Traghetto in fiamme, uno dei dispersi è stato trovato morto: era all’interno di un camion nella stiva

Saranno le indagini a chiarire l’origine dell’incendio, che secondo le prime ricostruzioni sarebbe scoppiato nel garage al ponte numero 3. Il traghetto trasportava 153 veicoli commerciali e 32 auto. Tre camionisti sono rimasti ricoverati in ospedale a Corfù per problemi respiratori: un bielorusso, ovvero il passeggero tirato fuori dal relitto domenica, un bulgaro e un rumeno.

“Sulle scialuppe anche donne e bambini: così li abbiamo salvati”. Parla l’ufficiale della finanza che ha coordinato le operazioni

Tutti i focolai fonti dell’incendio sono “spenti”, annota la Guardia costiera ellenica. Dall’Euroferry Olympia continuava a fuoriuscire solo fumo acre quando i vigili del fuoco sono riusciti a risalire a bordo della nave, che è stata rimorchiata per circa 230 chilometri dall’isola di Corfù al porto di Astakos, sulla costa occidentale della Grecia continentale. Un’operazione necessaria per riprendere “in modo più sicuro” la ricerca dei passeggeri dispersi, secondo la stessa fonte.

“Fuoco e fumo ovunque, ho avuto paura di morire”: il racconto di un imprenditore brindisino in salvo dopo l’incendio sul traghetto

Le immagini del traghetto, trasmesse dalla televisione pubblica Ert, mostravano veicoli carbonizzati nelle stive. Tra i 281 sopravvissuti – 230 passeggeri, tra cui molti camionisti dei paesi dell’Est Europa, e 51 componenti dell’equipaggio – ci sono due migranti afgani che non erano stati registrati nell’elenco dei passeggeri.

Incendio sul traghetto, spente completamente le fiamme a 3 giorni dalla tragedia: si cercano 10 dispersi

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source