200520823 8a8df607 f4e0 4135 b803 75afb96544bb

Inchiesta sui concorsi a Medicina, cinque mesi di interdizione per il rettore Luigi Dei. “Farò ricorso”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

200520823 8a8df607 f4e0 4135 b803 75afb96544bb

L’Università di Firenze decapitata per decisione della magistratura. Il rettore dell’Università di Firenze Luigi Dei è stato interdetto dalle sue funzioni per cinque mesi: lo ha deciso il gip del Tribunale fiorentino su richiesta della Procura, che ipotizza per Dei l’associazione a delinquere finalizzata alla corruzione. La vicenda è quella dei presunti concorsi pilotati a Medicina, che ha visto indagate in tutto 39 persone.

Firenze, concorsopoli a Medicina: dal rettore dell’università ai dg di Meyer e Careggi, ecco chi sono i nomi finiti nell’inchiesta

Sempre il gip Antonio Pezzuti  ha deciso un anno di interdizione dallo svolgimento delle funzioni di presidente e di commissario di concorso per l’urologo Marco Carini. Respinta invece la richiesta di interdizione per altri sei indagati, fra cui il direttore generale dell’ospedale di Careggi, Rocco Damone. Il gip non avrebbe ravvisato l’esigenza di misura cautelare.

Firenze, non solo il medico del Papa. Ecco i nomi dei 39 indagati nell’inchiesta sui concorsi pilotati a Medicina

Le funzioni del rettore saranno assolte a decorrere dalla data odierna dal pro-rettore vicario professor Andrea Arnone ai sensi dello Statuto dell’Università di Firenze.

Il professor Dei è indagato dei reati di associazione per delinquere, corruzione, abuso d’ufficio e induzione indebita a dare  o promettere utilità. Appresa la notizia dell’ordinanza, il rettore Luigi Dei si è congedato dalla comunità accademica con una lettera di ringraziamento e saluto, anticipando la sua volontà di ricorrere al Tribunale del Riesame avverso al provvedimento giudiziario. “Ribadisco la mia serena accettazione di questo primo passaggio, nonché la massima e totale fiducia nella magistratura per l’accertamento rapido della verità”, afferma Dei.

Cattedre pilotate a Firenze, le intercettazioni: “Siamo persone di sistema”. Le strategie per eliminare una candidata

Concorsopoli all’università di Firenze, la lettera del rettore sospeso dal gip

Questo il testo della lettera del rettore alla comunità accademica.

“Carissime e carissimi,
in questo mio triste e doloroso momento di congedo forzato dalla carica di Rettore, a seguito dell’ordinanza d’interdizione, desidero trasmettervi solo due parole. ‘Grazie’ di cuore per aver scelto l’Ateneo fiorentino come sede per i vostri studi universitari di primo, secondo e terzo livello, ma anche come luogo di crescita culturale, umana e sociale. ‘Grazie’ anche per l’eccellente senso di responsabilità mostrato durante tutta la terribile esperienza pandemica. “Arrivederci” spero e non addio, giacché andrò avanti nella mia battaglia per la verità con serenità e coscienza a posto, ma anche con tenacia e pervicacia, ricorrendo al Tribunale del Riesame avverso l’ordinanza che mi ha interdetto. Ho operato – credetemi – sempre e soltanto nell’interesse pubblico per far prevalere diritto allo studio, merito, trasparenza e qualità: avrò modo certamente di mostrarlo nelle sedi opportune.

“Tengo a ribadire comunque la mia massima e totale fiducia nella magistratura. Nelle more di conoscere l’esito della competizione elettorale per il nuovo Rettore (sessennio 2021-2027), che sarà noto entro il prossimo mese di giugno, lascio la direzione politica nelle mani del Vicario, prof. Andrea Arnone, una grande persona che ho avuto modo di apprezzare in questi sei anni, il quale si avvarrà di un’eccellente équipe di Pro-Rettori e Delegati, che mi hanno accompagnato in questi anni e ai quali non posso che esprimere la mia profonda stima, nonché alta gratitudine. A tutte e a tutti un affettuoso augurio di buon proseguimento degli studi universitari e per un prospero e felice avvenire. Un carissimo e sincero ‘in bocca al lupo’ per tutto quanto troverete sui sentieri della vita”.

Concorsopoli, il rettore dell’università di Firenze ascoltato per 4 ore dal Gip: “Ho detto la verità”

Concorsopoli, il rettore ascoltato attraverso il trojan: “A Bechi davano il personale peggiore”

Anna Linda Zignego: “Così i giovani smetteranno di credere nell’università italiana”

I pm su Concorsopoli: “Un sistema mosso da logiche clientelari”

Concorsopoli all’Università, nuove carte. La “congiura” pisana per il posto da otorino: “Vogliono boicottare la nostra scuola”

Concorsopoli all’Università, il rettore: “Ti immagini se si va a dire che si fa un concorso e si sa già chi viene”

Concorsopoli, nuove intercettazioni. “Uno scambio tra te e me”: ecco il sistema di favori all’Università

Firenze concorsopoli a Careggi: “Non vincerai mai” così il barone avvisò l’esluso



Go to Source