Inferno Beirut, una Commissione per indagare le cause: 4 giorni per la verità

La Republica News

BEIRUT – Il ministro degli esteri Charbel Wehbé ha annunicato la creazione di una commissione in grado di fornire un rapporto dttagliato su quanto avvenuto. Lo ha detto alla radio francese Europe 1: “Da questa mattina è stata presa la decisione di creare una commissione investigativa, che ha al massimo quattro giorni per fornire un rapporto dettagliato sulle responsabilità. Come, chi, cosa, dove? Ci saranno decisioni giudiziarie”, ha spiegato il ministro libanese.”I colpevoli di questo orrendo crimine di negligenza saranno puniti da un comitato di giudici”, ha aggiunto. Mercoledì il governo ha chiesto gli arresti domiciliari ai responsabili dello stoccaggio nel porto della capitale libanese di una grande quantità di nitrato di ammonio, sostanza utilizzata nella composizione di alcuni fertilizzanti ma anche di esplosivi. Le esplosioni a Beirut hanno provocato almeno 137 morti e 5mila feriti, secondo il ministero della Salute, mentre 300mila persone sono rimaste senza casa. Il disastro è dovuto, secondo le autorità, a un incendio in un magazzino che ospitava la sostanza esplosiva. “Si tratta di un incidente. I rapporti preliminari indicano che si tratta di una cattiva gestione e di una gravissima negligenza che va avanti da sei anni”, ha detto Wehbé.repApprofondimento


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi