Intesa Sanpaolo, utile dei nove mesi a 3,28 miliardi dopo le rettifiche per Russia e Ucraina

Pubblicità
Pubblicità

Intesa Sanpaolo chiude i primi nove mesi dell’anno con un utile netto pari a 4,37 miliardi di euro escludendo le rettifiche di valore per Russia e Ucraina (+9% rispetto a 4,01 miliardi dei primi nove mesi del 2021). L’utile netto contabile è pari a 3,28 miliardi di euro (-18%). Il risultato – spiega la banca – è pienamente in linea con l’obiettivo del Piano di Impresa 2022-2025 di oltre 5 miliardi per l’anno in corso. Proprio sull’esposizione verso Mosca, la banca spiega che è stata ridotta di circa il 65% (circa 2,3 miliardi di euro) nel terzo periodo dell’anno, scesa allo 0,3% dei crediti a clientela complessivi del gruppo. Intesa Sanpaolo è “pienamente in grado di continuare a operare con successo in futuro, potendo contare sui punti di forza che contraddistinguono il gruppo, in particolare sotto il profilo finanziario, operativo, tecnologico e organizzativo”, dettaglia una nota.

Quanto ai risultati del solo terzo trimestre, Intesa Sanpaolo ha registrato un risultato netto pari a 930 milioni di euro che si confronta con quello pari a 1.330 milioni nel secondo trimestre 2022 e a 983 milioni nel terzo trimestre 2021. Il conto economico consolidato del terzo trimestre 2022 registra interessi netti pari a 2,4 miliardi di euro, in aumento del 14,1% rispetto ai 2,09 miliardi del secondo trimestre 2022 e del 19,4% rispetto ai 2 miliardi del terzo trimestre 2021.

Capitolo obiettivi: confermato quello di 6,5 miliardi di euro di utile netto nel 2025, con un “chiaro e forte rialzo derivante dall’aumento dei tassi di interesse (crescita di circa 2 miliardi di euro su base annua degli interessi netti assumendo il tasso Euribor a 1 mese in media d’anno pari al 2%). Per il 2022 si prevede un utile netto di oltre 4 miliardi di euro a seguito della riduzione dell’esposizione verso la Russia e della forte performance operativa del terzo trimestre, nonostante il peggioramento nell’offerta di materie prime / energia. Il cda ha infine deliberato un acconto sul dividendo 2022 da 1,4 miliardi.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source