ioleggoperche Milano in prima fila nel donare libri alle scuole

#ioleggoperché: Milano in prima fila nel donare libri alle scuole

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

Toglieteci tutto, ma non la nostra generosità. Anche in un anno difficile come questo Milano e la Lombardia spiccano nel bilancio della V edizione di #ioleggoperché, l’iniziativa dell’Associazione Italiana Editori a favore delle biblioteche scolastiche. Su 200.000 libri donati dagli italiani 35.332 sono stati acquistati in Lombardia, seconda regione nella classifica nazionale con il 17,9% delle donazioni complessive, a un passo dal 18% della prima classificata, l’Emilia Romagna. Delle 13.109 scuole che hanno partecipato, il 34% si trova al Nord Est, il 29% al Nord Ovest, il 22% al Centro e solamente il 15% al Sud e nelle Isole, rispecchiando una Italia ancora divisa in due per quanto riguarda la lettura.

#IOLEGGOPERCHÉ, iniziativa per sostenere le librerie scolastiche
21 Novembre 2020

In testa alla classifica dei Comuni più prodighi svetta anche Milano, con 6.801 volumi. Il bilancio complessivo di #ioleggoperché 2020 è di 300.000 libri donati: gli editori italiani hanno aggiunto altri 100.000 volumi a quelli regalati dai cittadini e le donazioni di quest’anno e del 2019 saranno consegnate alle biblioteche che ne beneficeranno nella primavera del 2021, con le scuole, si spera, aperte. Un piccolo miracolo della cultura, benedetto anche dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, lettore fortissimo, che sottolinea il “valore culturale e civico” di questa campagna di promozione della lettura, rendendo i libri concretamente disponibili per i giovani. Soddisfatto il presidente AIE, Ricardo Franco Levi, che ricorda come nelle cinque edizioni di #ioleggoperché i volumi donati abbiano raggiunto la cifra complessiva di 1 milione e trecentomila, e tanta gioia da parte dei bambini e dei ragazzi che potranno rinfrescare le loro letture, con molta Milano tra i titoli più regalati.

Libri nelle scuole, riparte #ioleggoperché
29 Marzo 2019

In molti hanno deciso di fare avere alle scuole Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare, pubblicato dalla milanese Guanda, longseller del cileno Luis Sepúlveda, che amava profondamente Milano. Lo scrittore, che aveva scelto la nostra città per festeggiare il suo settantesimo compleanno, è scomparso quest’anno per il Covid. In questo elenco c’è anche l’inglese J. K. Rowling, lanciata in Italia dalla milanese Salani. Tra i volumi che riceveranno gli studenti c’è pure Wonder (Giunti) dell’americana R.J. Palacio, insieme, tra gli altri, a Il Piccolo Principe, Gianni Rodari e Roald Dahl. I libri, come sempre, sono più forti di tutto e, secondo Levi, il successo di questa edizione è “una testimonianza bella, la più bella di questi mesi, perché vede concorrere ciascuno di noi alla crescita del Paese e dei territori”.



Go to Source