Israele, exit poll: Netanyahu avrebbe la maggioranza per un soffio

Pubblicità
Pubblicità

TEL AVIV – Il fronte di Benjamin Netanyahu avrebbe 61-62 dei 120 seggi della Knesset, il blocco del primo ministro uscente Yair Lapid 54-55, Hadash Taal (sinistra) quattro. Questo il risultato delle elezioni in Israele – le quinte in tre anni e mezzo – secondo i primi exit poll diffusi dalla tv Canale 12 che confermano il Likud di Netanyahu al primo posto con 30 eletti e Yesh Atid di Lapid al secondo con 24.

Se gli exit poll saranno confermati dai risultati reali, l’estrema destra avrà fatto un balzo in avanti significativo: il Partito sionista religioso di Itamar Ben Gvir avrebbe ottenuto 14-15 seggi e sarebbe diventato la terza forza politica dopo Likud e Yesh Atid.

Israele, Netanyahu punta a tornare al governo con l’ultradestra di Ben Gvir

Al centrista Benny Gantz andrebbero 11 seggi. Ai religiosi di Shas dieci, sei ai laburisti, altrettanti alla sinistra del Meretz, cinque al partito islamista di Mansour Abbas, quattro al nazionalista laico Avigdor Lieberman.

Il partito arabo-israeliano Balad e Focolare ebraico del ministro dell’Interno Ayelet Shaked non sarebbero riusciti a superare la soglia di sbarramento del 3,25% e sarebbero quindi fuori dalla Knesset.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source