Ita, i sindacati in piazza: “Azienda punta a tagli degli stipendi tra il 20 e il 40%”

Pubblicità
Pubblicità

MILANO – All’indomani del nuovo fallimento della trattativa tra Ita e i sindacati i lavoratori scendono in piazza a Roma, con una manifesazione organizzata a Roma in Piazza San Silvestro, non lontano da Palazzo Chigi e Montecitorio. Ieri abbiamo presentato una proposta unitaria sul contratto di lavoro, ma Ita l’ha respinta perchè punta a un taglio degli stipendi tra il 20 e il 40% e in alcuni casi anche oltre”, ha detto il segretario della Uilt, Ivan Viglietti. “C’è una mancanza di dialogo con ITA. Ieri Altavilla ci ha congedato dicendo che le relazioni industriali continuano è la prima convocazione è per ottobre 2022. Quindi se ne riparla tra un anno”, ha aggiunto ancora.

L’occupazione della sede

Intanto ieri i lavoratori hanno occupato la sede della società, restando all’interno anche dopo la conclusione delle trattative e lasciando l’edificio soltanto intorno a mezzanotte. Oggi intanto in Parlamento sono attesi in audizione il presidente esecutivo di Ita Alfredo Altavilla e l’amministratore delegato Fabio Lazzerini. Sempre in Parlamento, dopo i vertici della società, i sindacati sono stati convocati dalle commissioni Trasporti e Lavoro della Camera.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source