Italia campione d’Europa, Mancini: “Squadra meravigliosa”

Pubblicità
Pubblicità

LONDRA – “Siamo stati bravi. Siamo stati bravi. Abbiamo preso il gol subito, siamo andati in difficoltà ma poi abbiamo dominato la partita. I ragazzi sono stati meravigliosi”. Roberto Mancini si gode il trionfo a Euro 2020 dopo aver battuto ai calci di rigore l’Inghilterra. “E’ importante per tutta la gente e per tutti i tifosi. Vinto e giocato bene? Siamo contenti di questo. La squadra è cresciuta in questi anni ma può migliorare ancora. E’ logico che ai rigori avrebbe potuto vincere chiunque, serve un po’ di fortuna. Siamo stati bravi noi ma mi dispiace per l’Inghilterra”, aggiunge. A fine gara ha abbracciato Gianluca Vialli, in lacrime. “Con lui c’è un’amicizia che va al di la di ogni cosa, che nasce dai tempi della Sampdoria. Allora (29 anni fa quando persero la finale di Coppa dei Campioni proprio a Wembley battuti dal Barcellona quando giocavano con la Sampdoria, ndr) fummo sfortunati. Ora si è chiuso un cerchio” 

I complimenti di Draghi e Mattarella

Festeggia anche il premier Mario Draghi che nella giornata di lunedì la squadra e lo staff tecnico a Palazzo Chigi per ringraziarli a nome di tutto il Governo. “Gli italiani celebrano il successo della nazionale ai campionati europei di calcio. Gli azzurri, guidati dal commissario tecnico Roberto Mancini, hanno mostrato insieme a grandi individualità un gioco e uno spirito di squadra straordinari. Il trofeo torna in Italia dopo più di 50 anni”. Al Presidente del Consiglio si associa il presidente della Repubblica Segio Mattarella che ha festeggiato allo stadio: “Grande riconoscenza a Roberto Mancini e ai nostri giocatori: hanno ben rappresentato l’Italia e hanno reso onore allo sport”.

Donnarumma, Mvp del torneo: “Mai mollato”

Gigi Donnarumma, eroe della serata e premiato anche come miglior calciatore del torneo, tiene a dividere il merito con i compagni: “Siamo stati straordinari, non abbiamo mollato di un centimetro. Ce l’abbiamo fatta partendo da zero, siamo una squadra fantastica e ci meritiamo questo successo. Il gol poteva ammazzarci, ma noi siamo sempre attenti e non molliamo mai. Io come Buffon? Lui resta il migliore di tutti, io cerco di farmi trovare sempre pronto. Come ho vissuto l’addio al Milan? Con grande tranquillità. I compagni mi sono stati vicini e ho messo tutto da parte, dedicandomi alla squadra. L’esperienza conta, ho qualche anno in più rispetto all’estate del 2017. Da lunedì parlerò…”.

Chiellini: “Si capiva che c’era qualcosa di magico”

Giorgio Chiellini, tra i migliori in campo, non sta nella pelle. “Abbiamo vinto meritatamente, c’era nell’aria qualcosa di magico e ci meritiamo questo trionfo come se lo merita tutta l’Italia. Voglio ringraziare tutti i compagni a casa che hanno fatto parte di questo gruppo. Ora godiamocela”.  Sulla chiave del successo: “Abbiamo sempre giocato a calcio. Abbiamo sempre voluto comandare la partita, subendo un solo tiro in porta e abbiamo fatto la storia. E siamo passati da Gigi a Gigio…”, conclude ridendo.

Bonucci: “Abbiamo dato una lezione all’Inghilterra”

Leonardo Bonucci rivela: “E’ un sogno che si avvera, un grande gruppo. Abbiamo iniziato a crederci dalla Sardegna. Mano a mano abbiamo acquisito sicurezza. Siamo diventati leggenda. Stiamo vedendo 58mila persone che se ne vanno via….è una grande nazionale l’Inghilterra. I tifosi ci sono rimasti male ma l’Italia gli ha dato una lezione. Quello che succedeva intorno quando abbiamo fatto il riscaldamento era solo contorno, ci siamo detti questo mentre ci fischiavano”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source