221200976 10c5899f 8326 4e25 a504 04c1036df241

Italia-San Marino 7-0: goleada degli azzurri, ora le scelte di Mancini per gli Europei

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

221200976 10c5899f 8326 4e25 a504 04c1036df241

CAGLIARI – Il penultimo test prima degli Europei aiuta Mancini a sciogliere gran parte delle ultime riserve prima di stilare la lista dei 26 per la rassegna continentale al via l’11 giugno. Nel 7-0 a San Marino, che serve solo per le statistiche (26° risultato utile per gli azzurri che arrivano a 695′ senza subire reti), brilla Bernardeschi, che in nazionale, quando gioca, fa sempre meglio che nella Juventus, e strappa presumibilmente una maglia Pessina che, dopo un primo tempo difficile, si scioglie nella ripresa, realizzando una doppietta.

<< La cronaca della partita >>

Cristante, il posto agli Europei dipende da Sensi

Gli azzurri hanno giocato, com’era prevedibile, al piccolo trotto, stentando a trovare i ritmi giusti nel primo tempo. Non a caso il ct se l’è presa proprio con uno degli uomini sotto la lente d’ingrandimento, Cristante, chiedendogli di alzare i giri. Il romanista, che ha disciplinatamente svolto il compito di regista, è andato meglio, come tutta la squadra, nella ripresa. La sensazione, però, è che strapperà un biglietto per gli Europei solo nel caso in cui Sensi non dovesse recuperare dall’infortunio.

Italia-San Marino, le pagelle: Kean, irritante disinteresse. Bernardeschi illumina più della sua tinta

Ferrari, esordio con gol

Per gli altri ruoli i dubbi per il ct restano: Cragno, preferito inizialmente a Meret, utilizzato negli ultimi minuti, non è stato mai impegnato. Dietro Mancini e Toloi, che sulla carta si dovrebbero contendere una maglia, hanno disputato una prestazione ordinaria. Il romanista si è fatto vedere in un paio d’occasioni sfiorando il gol di testa su calcio d’angolo, il difensore dell’Atalanta, ancora una volta utilizzato come terzino destro, si è diligentemente proposto con continuità sulla fascia venendo, per la verità, poco servito. Paradossalmente meglio ha fatto Ferrari che ha bagnato l’esordio con un gol e, nel finale, si è anche ben adattato a fare il terzino sinistro al posto di Biraghi.

Kean delude, brilla Politano

Un capitolo a parte, infine, meritano gli attaccanti. Kean ha deluso. Nel ruolo di centravanti ha faticato a trovare spazi e misure e non è andata meglio quando Mancini lo ha spostato a destra. Tanto che a fine primo tempo lo ha lasciato negli spogliatoi, preferendogli Politano. L’esterno del Napoli, a digiuno in azzurro da 3 anni, si è addirittura tolto la soddisfazione di realizzare una bella doppietta, trovandosi a meraviglia col compagno di club Di Lorenzo, subentrato nella ripresa a Mancini.

Mancini promuove Bernardeschi, Belotti raggiunge Immobile a quota 12 gol

Bernardeschi è stato promosso a fine partita dal ct che si è divertito a ruotarlo in tutte e tre le posizioni trovando dallo juventino la giusta predisposizione e ispirazione (un gol e due assist). Vinto nettamente il duello con Grifo, che invece, è stato autore di una prova sottotono. La goleada a San Marino è stata completata da Belotti che, appena entrato, ha segnato il 12° gol in azzurro al termine di un bel duetto con Bernardeschi. Raggiunto nella classifica all-time Immobile: tra i due centravanti il duello per una maglia da titolare agli Europei durerà sicuramente fino alla sfida inaugurale con la Turchia.

ITALIA-SAN MARINO 7-0 (2-0) 
Italia (4-3-3): Cragno (18′ st Meret) Toloi, Mancini (18′ st Di Lorenzo) Ferrari; Biraghi (28′ st Bastoni) Castrovilli, Cristante, Pessina (42′ st Barella) Bernardeschi, Kean (1′ st Politano), Grifo (18′ st Belotti) (1 Sirigu, 16 Florenzi, 5 Locatelli, 10 Insigne, 11 Berardi, 17 Immobile). Ct.: Mancini.
San Marino (4-2-3-1): Benedettini E., Battistini Ma., Fabbri, Rossi, Grandoni (6′ st Vitaioli), Golinucci E., Mularoni (43′ st Golinucci A.) Tomassini F. (6′ st Brolli) Hirsch (6′ st Lunadei) Palazzi (28′ st D’Addario) Nanni (43′ st Tomassini D.) 10 Stimac, 12 Benedettini S., 4 Battistini Mi., 14 Cevoli, 24 Zonzini). Ct.: Varrella.
Arbitro: Farruggia Cann (Malta).
Reti: nel pt 31′ Bernardeschi, 34′ Ferrari; nel st 4′ e 32′ Politano, 22′ Belotti, 30′ e 42′ Pessina.
Recupero: 2′ e 0′.
Angoli: 9 a 2 per l’Italia.



Go to Source