Ius soli, la ministra Bonetti: “Una legge è possibile anche in questo Parlamento. Il governo può fare la sua parte”

Pubblicità
Pubblicità

 «L’occasione è favorevole per una nuova legge sulla cittadinanza». Elena Bonetti, la ministra renziana delle Pari opportunità e della Famiglia, dice che «il tempo è adesso». Non spetta al governo lo ius soli? «Le regole le scrive il Parlamento, ma questo governo sa accompagnare la mediazione politica». Per Bonetti il punto di caduta è il cosiddetto “ius culturae”, ovvero la cittadinanza per i ragazzi figli di immigrati che abbiamo completato un ciclo scolastico ma anche un percorso sportivo.
 

Ministra Bonetti, lo ius soli è una priorità o come dicono le destre e una parte del M5Stelle c’è ben altro oggi in Italia a cui pensare?
«Spesso la politica si è data un alibi, dividendosi…

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€/mese per 3 mesi poi 5,99€/mese per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

5€/mese per 3 mesi poi 13,99€/mese per 12 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source