150903145 f5f518fb ab58 4822 ac8c cc1e5e0833dc

Iv, Renzi diventa editorialista su Arab News: l’esordio su AI-Ula, “città del futuro e del passato” come Matera

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

150903145 f5f518fb ab58 4822 ac8c cc1e5e0833dc

“Ex sindaco di Firenze, ex primo ministro italiano e membro del consiglio di amministrazione della Commissione reale per Al-Ula”. E da pochi giorni, anche editorialista di Arab News. Matteo Renzi sempre più lanciato verso la penisola arabica. Dopo il ‘nuovo Rinascimento’ e la partecipazione, tanto discussa, al Gran Premio di Formula 1 in Bahrein, ora il leader di Italia viva rientra tra le firme del primo quotidiano in lingua inglese dell’Arabia Saudita, con sede a Riyad e considerato vicino al regime e soprattutto al principe ereditario Mohammed bin Salman. Il suo “amico”, come lo ha definito Renzi stesso, indicato nel recente dossier degli 007 americani come il mandante dell’omicidio del giornalista dissidente saudita Khashoggi, e a capo del programma di riforme Vision 30.

l’analisi

Dal Rinascimento saudita a quello sovranista, quella parola evocata dai due Mattei

Polemiche a parte, per Renzi adesso c’è un nuovo impegno: scrivere articoli in veste di ‘columnist’ (ossia editorialista) in lingua inglese. Presentato, appunto, come “ex sindaco di Firenze ed ex premier e ora nel consiglio di amministrazione della Commissione reale per Al-Ula” con tanto di foto in bianco e nero, il suo editoriale di esordio del 24 aprile è titolato: “Al-Ula can be the city of the future, as well as of the past”. Tradotto: “Al-Ula può essere la città del futuro, così come del passato” in cui il leader di Iv la paragona a Matera. Prima cita lo scrittore russo Fyodor Dostoyevsky: “La bellezza salverà il mondo”, poi inizia il confronto tra le due città. AI-UIa, al centro di un progetto di urbanistica green di cui si occupa la Royal Commission di cui Renzi fa parte. E Matera, “come un microcosmo di cultura”, “nota per i suoi sassi”, “povera e abbandonata negli anni ’50, tanto che gli abitanti furono spostati in alcuni nuovi quartieri residenziali”. Poi “la rinascita e la rigenerazione” che arrivarono “negli anni ’80 con una nuova visione per Matera” fino “al riconoscimento nel 1993 come Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco e nel 2019 come Capitale Europea della Cultura”.

Il caso

Conferenza di Renzi in Arabia Saudita, sui social scoppia la polemica: “È un Paese che non rispetta i diritti umani”

Una lunga descrizione, per arrivare al cuore della questione: che oggi Al-Ula può seguire quel modello di città in cui “la rigenerazione sarà costruita sul rispetto della cultura del passato” diventando “un museo vivente” e “una città del futuro, non solo del passato”. E il progetto della Royal Commission è “assicurare che gli abitanti della regione siano centrali nel successo a lungo termine della città”.



Go to Source