Kevin Spacey scagionato dalle accuse di violenza sessuale dal tribunale di Londra

Pubblicità
Pubblicità

Non colpevole. Kevin Spacey è scoppiato in lacrime quando la giuria de tribunale di Londra, lo ha ritenuto non colpevole da nove accuse di violenza e molestie sessuali che gli erano state mosse da quattro uomini.

Dunque Spacey, nel giorno del suo 64esimo compleanno, è stato scagionato da tutte le accuse contro di lui nel Regno Unito. La giuria ha impiegato due giorni per prendere una decisione. L’ex attore di House of cards ha trascorso le ultime quattro settimane e mezzo al Southwark Crown Court a combattere per la sua causa.

Accuse pesantissime

Nel corso del processo, la giuria ha ascoltato i quattro uomini che avevano sporto denuncia contro l’attore (nessuno degli uomini può essere nominato per motivi legali). In tre lo accusavano di aver afferrato in modo aggressivo i loro inguini, mentre un quarto uomo, un aspirante attore, ha detto di essersi svegliato nell’appartamento di Spacey, con l’attore che gli praticava del sesso orale dopo essersi addormentato o essere svenuto. Il reato avrebbe potuto anche essere punibile con una condanna a vita.

Spacey, 64 anni, si è sempre dichiarato non colpevole. In un solo caso ha ammesso che l’accusa di aggressione sessuale, era stato un “passaggio maldestro” da ubriaco. Una azione della quale, in seguito, aveva cercato di scusarsi.

Ancora una vittoria

Queste assoluzioni sono un’altra vittoria per Spacey, che ha vinto una causa civile da 40 milioni di dollari promossa dall’attore Anthony Rapp lo scorso ottobre. Rapp aveva accusato Spacey di violenza sessuale, avvenuta nel 1986, ma una giuria di New York ha respinto l’accusa.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *