Site icon Notizie italiane in tempo reale!

Khashoggi, uno dei sospetti assassini arrestato a Parigi

PARIGI – Khaled Aedh al-Otaibi, 33 anni, un ex membro della Guardia Reale dell’Arabia Saudita tra i sospettati per l’omicidio del giornalista dissidente Jamal Khashoggi, è stato arrestato all’aeroporto Charles de Gaulle di Parigi mentre si preparava a imbarcarsi per Riad. Lo riferisce la radio francese Rtl, citando proprie fonti ben informate. Al-Otaibi si è presentato all’imbarco con il proprio passaporto, senza tentare dunque di celare la sua identità. 

Il rapporto della Cia su Khashoggi: “Il principe saudita approvò il piano per ucciderlo o catturarlo”

Era ricercato dall’Interpol, insieme ad altri 19 funzionari sauditi, a seguito di un mandato di cattura per omicidio emesso dalla Turchia. Il giornalista saudita, che si era rifugiato negli Stati Uniti dove collaborava con il Washington Post, era stato ucciso nel consolato dell’Arabia Saudita a Istanbul nel 2018. Il principe ereditario, Mohammed bin Salman, aveva dichiarato che l’omicidio era stato commesso da un ramo deviato dei servizi segreti e aveva promesso di punire i responsabili ma, secondo un rapporto della Cia desecretato alcuni mesi fa, “MbS” avrebbe approvato l’eliminazione dell’oppositore.

Khashoggi, la verità della Cia: “Mbs approvò l’omicidio”



Go to Source

Exit mobile version