La casa famiglia ‘Refuge lgbt’ resta aperta. GayHelpLine: “Ci sarà sempre un posto per te”

Pubblicità
Pubblicità

Rischiava di chiudere ma grazie alla generosità di cittadini e aziende è rimasta aperta. La casa ‘Refuge lgbt’, prima struttura di accoglienza in Italia per giovani lesbiche, gay, bisessuali e trans, continua ad accogliere vittime di violenza e discriminazioni in famiglia. “Quando recentemente abbiamo perso all’improvviso il sostegno del partner che gestiva con noi ‘Refuge lgbt’ (la Croce Rossa di Roma, ndr), ci siamo detti e dette che non avremmo mai permesso di far vivere alle persone ospiti un nuovo abbandono – racconta Pietro Turano, portavoce del Gay Center – Abbiamo potuto tenere in vita la struttura grazie a donazioni e progetti di tantissime persone e aziende, come Marcelo Burlon County of Milan e Sephora Italia. Ogni contributo ci permette di aiutare più persone, ma le persone che hanno bisogno del nostro aiuto sono purtroppo molte di più”.

Per questo la campagna 2021 di Gay Help Line 800.713.713 con la Regione Lazio è dedicata proprio alla casa famiglia che dal 2016 ha dato rifugio a decine di ragazzi e ragazze cacciati di casa. La campagna è stata realizzata con Zon Productions che ha già collaborato con GayHelpLine per la realizzazione del primo murale con un bacio fra due donne, alla metro Jonio di Roma, autorizzato da un’istituzione pubblica. “Nel video si vedono ragazzi e ragazze lgbt+ chiusi nelle loro stanze, in pericolo o a disagio, finché non vedono dalla finestra un fumo colorato, un segnale, e con curiosità scendono per raggiungerlo. Camminando incontrano altre persone con cui danno vita a una marcia spontanea verso la libertà, accorgendosi di non essere affatto soli, perché come recita il claim ci sarà sempre una casa per te!“.

“Non lasciare nessuno da solo e non permettere che nessuno si senta perso sono da sempre monito della amministrazione Zingaretti – spiega l’assessora alle Pari Opportunità della Regione Lazio, Enrica Onorati – ‘Refuge lgbt’ è una famiglia per tanti giovani, un rifugio nel senso pieno, vero e originario del termine: un riparo, una difesa, una protezione contro insidie o pericoli materiali o spirituali”.

A cura di Pasquale Quaranta

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source