033759366 95689c0f 2cb2 4c8d 984d fccd290471b5

La Cina sbarca su Marte: atterraggio riuscito per il rover Zhurong

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

033759366 95689c0f 2cb2 4c8d 984d fccd290471b5

La Cina ha conquistato Marte. Il rover Zhurong, trasportato dalla sonda Tianwen-1, ha toccato la superficie del pianeta rosso. È la prima volta che un paese asiatico riesce a sbarcare su Marte, una missione particolarmente difficile, fallita in passato da molte missioni europee, sovietiche e americane, che finora era riuscita soltanto agli Stati Uniti.

I piani prevedono che uil rover rimarrà sulla superficie del pianeta per alcuni giorni. Eseguirà una serie di test e poi scenderà da una rampa per esplorare l’area glaciale di Marte chiamata Utopia Planitia. Incontrerà la sonda americana sbarcata sul pianeta rosso a febbraio.

La sonda Tianwen-1 (che letteralmente si può tradurre “Domande per il paradiso”, come una poesia cinese di duemila anni fa) pesa 5 tonnellate. Era stata lanciata in orbita a luglio dall’isola di Hainan, a sud del paese, con il missile “Lunga marcia 5”.  Dopo oltre sei mesi di viaggio, la sonda aveva raggiunto Marte a febbraio ed era rimasta nella sua orbita, fino all’atterraggio di questa notte.

Gli stessi cinesi avevano già fallito una volta lo sbarco su Marte nel 2011, in un’operazione congiunta con la Russia in cui però la sonda non era riuscita a lasciare l’orbita terrestre. Finora gli Stati Uniti hanno provato nove volte a raggiungere il pianeta rosso dal 1976. L’Unione Sovietica ci era riuscita nel 1971, ma la missione era fallita dopo che la navicella aveva smesso di trasmettere informazioni alla Terra poco dopo aver toccato il suolo marziano. Attualmente su Marte ci sono un rover e un piccolo elicottero americani, che sono approdati sul pianeta a febbraio e che ora lo stanno esplorando. La Nasa prevede che il rover raccoglierà un campione di suolo a luglio per poi fare ritorno sulla Terra.



Go to Source