La colonna che fa temere l’ingresso della Bielorussia nel conflitto

Pubblicità
Pubblicità

I timori per un ingresso dell’esercito bielorusso nel conflitto nascono ora dalle immagini di questo convoglio. È stato filmato poche ore fa sulla strada che da Homel porta alla frontiera ucraina: siamo a meno di 200 chilometri da Kiev e a cento da Chernihiv, città assediata e bombardata da giorni. Nella colonna si vedono una cinquantina di mezzi delle forze bielorusse: la maggior parte ha sulle fiancate la “V” dei reparti invasori che stanno assaltando la capitale. I veicoli di Kiev sono quasi tutti logistici, ossia non da combattimento: cucine mobili, camion per movimento terra, gruppi elettrogeni, camion carichi di legname da costruzione, autocisterne. In testa ci sono solo cinque autoblindo da battaglia, anch’esse con la “V”. Non è ancora possibile stabilire se il reparto bielorusso entrerà o meno in Ucraina. Il comandante delle forze di Minsk, il generale Victor Gulevich, venerdì ha escluso questa eventualità. L’ipotesi è che queste truppe possano fermarsi nelle retrovie e collaborare con la retroguardia russa impegnata nell’assedio delle città – a Kiev o a Chernihiv – senza prendere parte ai combattimenti: i blindati servirebbero solo come scorta. In ogni caso, si tratterebbe il primo intervento dell’armata di Lukashenko nel conflitto.

di Gianluca Di Feo

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source