La denuncia: “Cacciate dalla spiaggia a Bacoli perché lesbiche”  

Pubblicità
Pubblicità

“Cacciate dalla spiaggia perché lesbiche”. E’ quanto denunciano due ragazze che lo scorso venerdì sarebbero state invitate a lasciare la spiaggia di Miseno, nel comune flegreo di Bacoli (Napoli), da un anziano e sua figlia ‘infastiditi’ dai loro atteggiamenti. “Un fatto intollerabile”, commenta il sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione, che in un post pubblicato su Facebook scrive: “Bacoli è una città aperta all’amore, in ogni sua forma. Siamo una terra che accoglie, da secoli, donne e uomini attratti dalla bellezza del mare, l’incanto dei paesaggi, la meraviglia dei siti archeologici e culturali. Leggo perciò con sgomento un grave episodio di discriminazione avvenuto in spiaggia, a Miseno. Ai danni di due ragazze che, a detta di taluni barbari, avevano la sola colpa di amarsi reciprocamente. Ragazze a cui è stato violentemente chiesto di lasciare l’arenile”. Il video è stato diffuso dal consigliere regionale Borrelli e dal conduttore Gianni SImioli: “Alle due ragazze va tutta la nostra solidarietà. Non solo troviamo Inaccettabile ogni tipo di discriminazione ma troviamo inquietante l’uso della violenza”.

(Video Fb Francesco Borrelli)

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source