La Federazione spagnola replica a Hermoso: “Rubiales non mente”

Pubblicità
Pubblicità

Le immagini parlano chiaro e mostrano che Luis Rubiales non ha mentito quando ha parlato di un bacio consensuale. E’ il succo di un lungo comunicato diffuso dalla Federazione calcio spagnola in cui si boccia tra l’altro l’intenzione delle giocatrici di boicottare la Nazionale se non cambieranno i vertici federali: “Accettare la convocazione è un obbligo per i tesserati”, si legge nella nota. Quanto a Hermoso, il comunicato, allegando delle foto, insiste che è stata lei ad avvicinarsi a Luis Rubiales.

Infine, la Federcalcio annuncia la presentazione “di tutte le azioni legali necessarie alla difesa dell’onore del Presidente della RFEF, che ha esposto in modo chiaro e semplice come si sono svolti gli eventi che sono causa di conflitto da parte di ampi settori della società contro il signor Presidente”.

“La RFEF e il presidente, vista la gravità del contenuto del comunicato stampa del sindacato Futpro, avvieranno le azioni legali corrispondenti e sveleranno ciascuna delle bugie diffuse da qualcuno per conto della giocatrice o dalla giocatrice stessa”. E sulla minaccia di ‘boicottaggio’, da Madrid insistono: “La RFEF rispetta come ha sempre rispettato le decisioni delle calciatrici che vogliono giocare o meno con la Spagna nelle partite internazionali, anche se ricorda che la partecipazione alle nazionali è un obbligo di tutti i tesserati se convocati”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source