La festa Juventus con l’ombra cupa della Champions

La Republica News

TORINO – Nella strana festa per lo scudetto volano più coriandoli in cielo che palloni nella porta della Juventus, comunque non pochi: 17 nelle ultime 8 partite. E tre sconfitte nelle ultime quattro. E quattro sconfitte nelle ultime otto. Il mondo rovesciato della Juve non smette di esistere: del resto, celebrare un campionato il primo di agosto dentro uno stadio vuoto, dopo averne presi tre dalla Roma (che non aveva mai fatto punti nelle precedenti 10 partite allo Stadium) e con una squadra piena di ragazzini, migliori comunque dei titolari almeno nella corsa e nella voglia, è già un segno di profonda anomalia. Ora c’è da capire se questa sospensione totale della logica calcistica, nel cuore di un calo di forma che sembra procedere verso il precipizio, sia per la Juve transitoria oppure no. La risposta la conosceremo tra una manciata di giorni: venerdì arriva il Lione e bisogna eliminarlo, altrimenti rischia di essere eliminato molto altro in questa Juve e in questa annata mai vista. Serie A


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi