La misteriosa sofferenza dei campioni d’Europa, ma a Belfast andiamo in vantaggio di un gol

Pubblicità
Pubblicità

Un’inerzia negativa spaventosa spinge l’Italia verso le tenebre del playoff mondiale. Ci rimane un gol di margine nella differenza reti – non due, perché la Svizzera ha “vinto” il confronto diretto con noi grazie al gol in trasferta – da difendere e magari dilatare nello slalom parallelo di lunedì. Un compito tutt’altro che impossibile – anzi, persino semplice – per i campioni d’Europa, un Everest per la squadraccia (la peggiore dell’era Mancini) che ha sì rischiato di vincere grazie a un rigorino per il quale in campionato ci saremmo accapigliati fino allo sfinimento, ma che in realtà ha rimesso in piedi il pareggio con un gol fuori contesto di uno dei peggiori in campo, Di Lorenzo….

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€ al meseper 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50€ a settimana prezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source