La più antica tomba di neonato in Europa scoperta in Liguria

Pubblicità
Pubblicità

Gli archeologi l’hanno chiamata Neve, è la bambina più antica mai ritrovata in una sepoltura in Europa, nel primo Mesolitico, 10mila anni fa. La scoperta, appena pubblicata su “Scientific report” della rivista Nature, è stata fatta in Liguria, nella grotta Arma Veirana, nell’entroterra di Albenga, in provincia di Savona. Gli esami del Dna e dei denti hanno portato gli scienziati a indicare che la neonata avesse tra i 40 e i 50 giorni di vita quando morì.

Insieme ai resti della neonata è stato ritrovato un corredo formato da oltre 60 perline in conchiglie forate, quattro ciondoli, sempre forati, ricavati da frammenti di bivalvi e un artiglio di gufo reale. La scoperta, e lo studio correlato, sono frutto del lavoro di un team di studiosi, coordinati da ricercatori italiani – Stefano Benazzi (Università di Bologna), Fabio Negrino (Università di Genova) e Marco Peresani (Univerisità di Ferrara) – e comprende anche studiosi della University of Colorado Denver (Usa), dell’Università di Montreal (Canada), della Washington University (Usa), dell’Università di Tubinga (Germania) e dell’Institute of Human Origins dell’Arizona State University (Usa).

Gli scienziati sottolineano, nell’articolo, come sia molto raro ritrovare sepolture ben conservate come questa nel periodo in questione, immediatamente dopo la fine dell’ultima glaciazione. “Capire come i nostri antenati trattassero i loro morti ha un enorme significato culturale e ci consente di indagare sia i loro aspetti comportamentali che quelli ideologici – spiega Stefano Benazzi, professore al Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna, tra i coordinatori dello studio – questa scoperta permette di indagare un eccezionale rito funerario della prima fase del Mesolitico, un’epoca di cui sono note poche sepolture, e testimonia come tutti i membri della comunità, anche piccole neonate, erano riconosciuti come persone a pieno titolo e godevano in apparenza di un trattamento egualitario”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source