La rivista dello Stato islamico ha pubblicato nuove minacce contro l’Italia e Di Maio

Pubblicità
Pubblicità

La rivista dell’Isis Al Naba torna a minacciare l’Italia e il ministro degli Esteri pubblicando una foto di Luigi Di Maio in occasione del vertice della coalizione anti-Daesh del giugno scorso a Roma insieme al segretario di Stato Usa, Antony Blinken. Nell’articolo dal titolo ‘Perché il Califfato li spaventa!’ c’è anche un accenno alla “conquista di Roma”.

Già a luglio il ministro aveva ricevuto minacce attraverso un altro editoriale sulla stessa rivista. Sul periodico sono apparse frasi intimidatorie e una foto che ritrae di Di Maio durante la plenaria del vertice della coalizione anti-Daesh. La diffusione della foto in primo piano insieme a quella del segretario di Stato Usa rappresenta, secondo gli esperti, una minaccia diretta al responsabile della Farnesina.

Nell’editoriale il gruppo terroristico lancia una serie di minacce: “Proclameremo il califfo con pallottole e munizioni”; “irromperemo nelle vostre sale conferenze”; “Terrorizzare gli infedeli è un ordine divino”. Questa e’ la prima volta che la foto del titolare della Farnesina viene posta in primo piano.

“Sono vicino a  @luigidimaio per le nuove, gravissime minacce ricevute dai terroristi ISIS. Non ci fanno paura: il suo impegno, al servizio del Paese e della stabilità internazionale, non sarà scalfito da atti intimidatori. Chi tocca Luigi tocca ognuno di noi”, ha scritto sul suo profilo social il presidente del Movimento 5 stelle, Giuseppe Conte.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source