La sfida tra l’aereo Nato e il sottomarino nucleare russo

Pubblicità
Pubblicità

Una prova di forza molto ravvicinata, una delle tante che avvengono in queste settimane di altissima tensione. Un aereo antisommergibile norvegese avvista un sottomarino nucleare russo. Il velivolo della Nato sgancia una boa sonora, uno strumento con un sonar per individuare i mezzi sommersi. E’ un gesto di sfida, visto che il sottomarino è già emerso. Il video – realizzato dalla propaganda del Cremlino – sembra mostrare la boa cadere in acqua a poche decine di metri dal battello. E l’unità russa risponde schierando sulla torre un marinaio armato con un missile terra-aria, pronto ad abbattere l’aereo. I protagonisti sono un quadrimotore P3 di produzione americana, in dotazione all’aviazione di Oslo, che affronta il “Knyaz Vladimir”, il più moderno sottomarino nucleare della flotta di Mosca. A bordo ha 16 missili Burava, capaci di colpire a oltre ottomila chilometri di distanza: ognuno scaglia fino a dieci testate atomiche. Il confronto è avvenuto nel Mare di Barents, a nord della Scandinavia e alle porte dell’Artico.

Di Gianluca Di Feo

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source