La situazione della guerra tra Ucraina e Russia: cos’è successo oggi

Pubblicità
Pubblicità

Ad Antalya, in Turchia, l’incontro tra i due ministri degli Esteri russo e ucraino, Serghei Lavrov e Dmytro Kuleba, non ha portato ai risultati sperati. “Non ci sono stati progressi per un cessate il fuoco” in Ucraina, nei colloqui di oggi, ha annunciato il capo della diplomazia ucraina, Dmytro Kuleba, che ha definito l’incontro “difficile” e ha fatto sapere “siamo pronti per incontrarci di nuovo in questo formato se ci saranno prospettive per trovare una soluzione”. Kuleba ha riferito di aver chiesto una tregua di 24 ore e un corridoio umanitario per la fuga dei civili da Mariupol, ma per il ministro degli Esteri ucraino il suo omologo russo “è venuto ad Antalya per parlare e non per decidere”.

I due ministri non hanno tenuto una conferenza stampa congiunta e Lavrov non ha mostrato di voler fare concessioni, ripetendo le richieste russe che l’Ucraina sia disarmata e accetti uno status neutrale. Mosca ha sottolineato che “non c’è alternativa” ai colloqui russo-ucraini sul territorio bielorusso ma che Kiev continua a guardare con scetticismo, chiedendo invece un incontro diretto tra i presidenti Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky. Su questo, Lavrov ha assicurato che il leader del Cremlino non è contrario, ma a patto che sul tavolo ci siano temi “specifici” che al momento appare difficile delineare.

Mariupol ancora sotto assedio, colpita anche l’università

Ieri l’esercito russo ha bombardato un ospedale pediatrico a Mariupol, causando la morte di 17 civili. Alle condanne della comunità internazionale Mosca ha risposto che i pazienti e il personale sanitario erano stati evacuati da tempo, e che l’ospedale era utilizzato come “base militare per i nazionalisti” del battaglione Azov. Il Cremlino ha annunciato che avrebbe indagato ulteriormente sulla questione. Nel frattempo, un nuovo attacco aereo ha preso di mira la città portuale sul Mar d’Azov. Le truppe russe hanno preso il controllo di “diversi quartieri”, secondo il ministro della Difesa russo, e le autorità ucraine hanno accusato l’esercito russo di aver colpito case, il teatro e l’edificio dell’università. Costretto a fare marcia indietro per i combattimenti un convoglio umanitario. Per le persone bloccate senza cibo, acqua, elettricità e medicinali la situazione “diventa sempre più terribile e disperata”, ha detto in un messaggio audio Sasha Volkov, vicecapo della delegazione della Croce Rossa internazionale nella città ucraina.

Guerra in Ucraina, alla Cina conviene sostenere la Russia?

Combattimenti anche nelle altre città

Ma la città di Mariupol non è stata l’unica a subire l’attacco russo. Il centro commerciale “Mykilsky” di Kharkiv, nell’Ucraina orientale, è stato distrutto dopo una notte di bombardamenti russi. Lo riferiscono fonti militari ucraine sul campo, postando su Facebook le immagini del centro commerciale prima e dopo la distruzione. Secondo l’emittente britannica Bbc, un bombardamento nella notte ha colpito un edificio residenziale vicino alla città di Kharkiv causando quattro morti, di cui due bambini. I Servizi di emergenza statale fanno sapere anche che nell’attacco è stata ferita una bambina di 5 anni, portata d’urgenza all’ospedale, e che i soccorritori continuano le operazioni di ricerca per estrarre i corpi dalle macerie. Proseguono i combattimenti alla periferia di Kiev, il sindaco della capitale ucraina ha annunciato che la “città è un fortezza” e che i soldati hanno eretto posti di blocco e scavato trincee per bloccare l’avanzata.

Le guerre di Putin: dalla Cecenia alla Georgia, tutti i conflitti della Russia dopo la fine dell’Unione Sovietica

Chernobyl, scambio di accuse Kiev-Mosca

Energoatom, l’azienda di Stato ucraina che gestisce le quattro centrali nucleari nel Paese, ha definito una “fake news” la notizia annunciata da Mosca secondo la quale esperti bielorussi avrebbero ripristinato la fornitura di elettricità a Chernobyl. Ieri l’operatore energetico ucraino Ukrenergo, in una nota diffusa su Facebook, aveva fatto sapere che i russi avevano “completamente scollegato la dalla rete elettrica” la centrale nucleare finita sotto il loro controllo il 24 febbraio. L’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) ha assicurato che questo non avrebbe rappresentato alcun impatto per la sicurezza, dopo che il ministro degli Esteri ucraino, Dmyto Kuleba, aveva lanciato l’allarme per il rischio radiazioni. Kuleba ha incontrato il direttore generale Aiea, Rafael Grossi, ad Antalya al quale ha detto che “la Russia deve immediatamente ritirare le proprie forze dalle centrali nucleari di Chenobyl e Zaporizhzhia per evitare un disastro in Europa”. I due hanno discusso i modi per garantire la sicurezza e la protezione degli impianti nucleari in Ucraina durante l’invasione russa.

La Russia ha ammesso di usare armi termobariche in Ucraina. Cosa sono e perché sono considerate crimine di guerra

Putin attacca l’Occidente

Il presidente russo, Vladimir Putin, torna ad attaccare l’Occidente. “Sta scatenando una guerra economica al nostro Paese e noi prenderemo misure per contrastarla”, ha detto nel corso di una riunione in videoconferenza con i suoi ministri. Secondo Putin, l’aumento dei prezzi del petrolio e del gas non è dovuto alla Russia, ma alle politiche dell’Occidente. E le sanzioni potrebbero provocare un ulteriore aumento dei prezzi alimentari a livello mondiale.  “La Russia e la Bielorussia – ha sottolineato il leader del Cremlino – sono tra i più grandi fornitori di fertilizzanti minerali nei mercati mondiali. Se continuano a creare problemi con i finanziamenti, le assicurazioni, la logistica, la consegna dei nostri prodotti, allora i prezzi, che sono già esorbitanti, cresceranno ancora”. Putin ha assicurato che la Russia troverà una soluzione a questi problemi insieme ai partener che non riconoscono le sanzioni. “L’economia russa si adatterà alla nuova situazione e rafforzerà l’indipendenza e la sovranità” del Paese, ha aggiunto il leader del Cremlino. “Noi non ci isoleremo da nessuno. Siamo aperti a lavorare con tutti i nostri partner stranieri che vogliono farlo”, ha assicurato.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source