La sorella della 28enne morta di Covid dopo il parto: “Restituiteci il suo telefonino”

Pubblicità
Pubblicità

Non c’è pace per Palma Reale, la mamma di 28 anni morta di Covid al Policlinico lo scorso undici settembre dopo aver partorito prematuramente. La denuncia dei familiari è gravissima. La sorella di Palma, Maria, in un video sul suo profilo Facebook racconta della mancata restituizione di un anello, della fede e del telefonino. “Ho deciso di fare questo video in questo momento di dolore per fare un appello – dice la donna- Sono scomparsi gli effetti personali di mia sorella: il telefono, un anello e la fede. Questo appello lo faccio perché so che difficilmente verranno fuori, perché non è la prima volta che capita questo schifo negli ospedali nei momenti di dolore. Io voglio fare solo un appello a questa persona e ci voglio mettere la faccia: non mi interessa dell’anello e non mi interessa della fede. Io rivoglio il telefono di mia sorella perché su quel telefono ci sono tanti ricordi. Ci sono le foto di Palma. Ci hanno tolto tutto. Almeno il telefono fatecelo recapitare anche anonimamente”.

Irene De Arcangelis

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source