La Ue riscrive le regole sull’export dei vaccini: “Via libera solo se c’è reciprocità”

Pubblicità
Pubblicità

L’Europa rivede le regole sull’export dei vaccini. Lo ha annunciato il portavoce dell’Esecutivo comunitario, Eric Mamer: “La Commissione europea adotterà domani una revisione del meccanismo di autorizzazione e trasparenza sull’export” dei vaccini, ha detto senza aggiungere dettagli sull’iniziativa.

La revisione introdurrà i principi di reciprocità e proporzionalità tra gli elementi da valutare per l’ok europeo all’export. Tra gli altri punti che dovranno essere presi in considerazione per dare la luce verde alle esportazioni ci sono anche la situazione di avanzamento delle immunizzazioni nel Paese di destinazione delle dosi, e se la casa farmaceutica stia rispettando i contratti stipulati con l’Ue.

Vaccini anti-Covid, nel mondo c’è chi può e chi no

L’Ue non vuole imporre un divieto di esportazione dei vaccini, ma chiede ai Paesi partner la stessa apertura e trasparenza dimostrata dall’Unione, ha spiegato il vice presidente della Commissione europea, Maros

Il miracolo britannico: 27 vaccinati al secondo

“Quello che vogliamo e’ avere una discussione franca e aperta e invitare i Paesi partner dell’Unione europea a fare quello che facciamo noi” e quindi esportare dosi verso l’Ue. Nella valutazione degli sforzi fatti dai Paesi partner verso l’

Coronavirus, la conferma dell’Ema: “Pronti a ispezioni in Russia per il vaccino Sputnik”

Boris Johnson prova intanto a spegnere i toni della polemica innescata dall’

Le ragioni per cui la Ue ha paura di dire “Prima l’Europa”

E alla riunione virtuale dei leader europei giovedi’ alle ore 20:45 per affrontare il tema della “futura cooperazione Ue-Usa” parteciperà anche il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden. Lo ha spiegato il portavoce del presidente del Consiglio europeo, Barend Leyts. Su Twitter, il presidente Charles Michel ha spiegato di aver invitato Biden alla riunione del Consiglio europeo di questa settimana “per condividere le sue opinioni sulla nostra futura cooperazione” in quanto “e’ ora di ricostruire la nostra alleanza transatlantica”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source