L’annuncio di Whirlpool: “Licenziamento collettivo per i 340 operai di Napoli”, La Fiom: “Sarà guerra”

Pubblicità
Pubblicità

Whirlpool, doccia fredda all’incontro convocato al ministero. La multinazionale annuncia che procederanno con i licenziamenti per i 340 operai di via Argine. “Dopo lunga riflessione – annuncia Luigi La Morgia, Whirlpool-Emea –  abbiamo deciso di avviare la procedura di licenziamento collettivo. Siamo consapevoli  della nostra scelta, siamo il più grande investitore e produttore di elettrodomestici in Italia”. E già scatta lo scontro con i sindacati. La Fiom: “Sarà guerra”. Gli operai convocano assemblea in fabbrica alle 14,30 e valutano il da farsi.

“Lottiamo per i figli e per la dignità”: l’operaio Francesco racconta la crisi della Whirlpool

A caldo l’intervento della vice ministra Alessandra Todde: “Isindacati hanno comunicato di essere pronti a considerare la possibilità della chiusura dello stabilimento da parte di Whirlpool, cosa che in passato non era mai avvenuta. Proprio per questo si è chiesto all’azienda di accettare la proroga della cig di ulteriori 13 settimane, cosa che non significa allungare il brodo, ma dare la possibilità ad un percorso di rilancio, portato avanti da noi e invitalia, di prendere forma, con un piano industriale alternativo e solido, fondamentale per non impoverire ulteriormente il territorio di napoli garantendo la salvaguardia occupazionale”.

 “Richiamiamo l’azienda alle sue responsabilità. L’avvio della procedura di licenziamento interrompe il dialogo. E’ necessario utilizzare tutti ammortizzatori sociali necessari, rispettando così l’avviso comune siglato da Cgil- Cisl- Uil. Per quanto ci riguarda se Whirlpool mette in campo azioni offensive, sarà guerra”. Lo dichiara Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom-Cgil partecipando al tavolo sulla vertenza Whirlpool. “La narrazione che siete stati buoni e avete portato pazienza, ce la potevate risparmiare. Per 26 mesi non abbiamo preso tempo come dice La Morgia, abbiamo lottato per tenere aperto lo stabilimento di Napoli. Whirlpool in questi 26 mesi ha triplicato i profitti realizzando 5 milioni di prodotti”, spiega. “Le lavoratrici e i lavoratori hanno tenuto aperto lo stabilimento di Napoli e ciò ha permesso a Whirlpool di guadagnare di più nonostante la pandemia”, conclude.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source