Lasciano le figlie senza cibo e cure mediche per comprare la droga: genitori indagati per maltrattamenti

Pubblicità
Pubblicità

Per comprare la droga hanno privato le loro bimbe di alimenti, cure mediche e occhiali. E si sono rifiutati di dare l’autorizzazione al sostegno psicologico per una delle minori che era stata oggetto di abusi sessuali a parte di uno zio. L’indagine portata avanti dagli investigatori della Squadra Mobile di Frosinone ha fatto emergere uno spaccato di degrado sociale senza precedenti. I due genitori, un uomo di 49 anni ed una donna di 35, sono ora indagati dalla procura di Frosinone per maltrattamenti mentre le tre ragazzine sono state affidate ad una casa-famiglia.

L’impianto accusatorio ha accertato che i due, soprattutto quando erano sotto effetto di stupefacenti o alcolici, assunti quotidianamente, sottoponevano le minori a continue sofferenze, fisiche e morali. La situazione familiare era divenuta insostenibile al punto che le tre minori erano state costrette a chiedere aiuto ai parenti. A segnalare la vicenda alla polizia sono stati i servizi sociali del paese del Frusinate dove la famiglia risiede.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source