L’audio del giudice? Questo è solo l’inizio. “Quattro colpi di Stato contro Berlusconi”: sentenze pilotate, una inchiesta-slavina?

Libero Quotidiano News

Sullo stesso argomento:

30 giugno 2020

L’ingiusto danno nei confronti di Silvio Berlusconi deve essere risarcito. L’audio sconvolgente del giudice Amedeo Franco sulla sentenza “pilotata” che ha visto condannare il Cav nel 2013 per frode fiscale Mediaset-Agrama, ha scatenato Forza Italia. “Chiediamo che ci sia una commissione parlamentare di inchiesta per accertare tutte le disfunzioni del sistema giudiziario nel nostro paese, compresa la vicenda che ha portato alla condanna di Berlusconi. Ci aspettiamo che la Corte di Strasburgo decida autonomamente. Che accerti perché in Italia la giustizia penale non ha funzionato”, ha subito replicato il vicepresidente azzurro, Antonio Tajani.

E sulla rivelazione portata alla luce da Il Riformista e da Quarta Repubblica di Nicola Porro, interviene anche Massimo Mallegni: “Purtroppo niente di nuovo sotto il sole. L’unica colpa di Berlusconi è quella di essere sempre stato un uomo libero. Nessuno potrà mai risarcirlo abbastanza, ma per i suoi meriti politici meriterebbe di essere eletto prossimo Capo dello Stato. Berlusconi, come purtroppo decine di migliaia di italiani incluso il sottoscritto, ha subito un ’processo politico ed è stato cacciato ingiustamente dal Senato della Repubblica”, il vicepresidente dei senatori di Forza Italia va dunque oltre la proposta di Licia Ronzulli di nominare il leader “senatore a vita”. “Ma i colpi di Stato – prosegue Mallegni – sono stati almeno 4 e tutti orchestrati dalla sinistra che non avendo vinto le elezioni ha usato la via giudiziaria per prendersi il potere. Oggi per poter sanare questo gravissimo vulnus e per dare nuova speranza al nostro Paese, Silvio Berlusconi dovrebbe essere eletto Capo dello Stato”. 

Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi