224931719 c2e22971 413f 4ec4 bfce 1f2dbb03cba3 2

Lazio-Torino 0-0, Immobile sbaglia un rigore: granata salvi, Benevento in B

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

224931719 c2e22971 413f 4ec4 bfce 1f2dbb03cba3 2

ROMA – Torino salvo, Benevento retrocesso in Serie B. Il verdetto arriva dopo lo 0-0 all’Olimpico nel recupero della 25/a giornata tra la Lazio e la squadra granata di Davide Nicola. A Simone Inzaghi dunque non riesce il favore al fratello Filippo, tecnico delle Streghe, che quindi tornano dopo un solo anno nella serie cadetta. Finale rocambolesco con un rigore sbagliato da Immobile e un clamoroso palo di Lazzari all’ultimo secondo.

<<La cronaca della gara>>

Primo tempo senza emozioni

Pur non avendo più nulla da chiedere al campionato, la Lazio, sicura di un posto in Europa League, se la gioca per allungare la striscia di 12 vittorie consecutive in casa. C’è poi il Benevento di Filippo Inzaghi a tifare il fratello Simone per poi giocarsi tutto nell’ultima giornata in casa dei granata. Gli ospiti, nonostante il punto che gli permetterebbe di salvare la categoria e le undici reti subite nelle ultime due partite, rinunciano alle barricate, ma di emozioni nei primi 45′ nemmeno l’ombra.

Torino, Nicola: ”Salvezza meritata”. Cairo sfiora la rissa con Lotito

Palo di Sanabria

Nella ripresa è tutta un’altra storia. I biancocelesti giocano con il sangue negli occhi, ma la difesa granata tiene bene. L’occasione migliore arriva al 53′ nei piedi di Muriqi, ma Nkoulou salva miracolosamente in scivolata. Per l’attaccante kosovaro, tolta qualche buona sponda, l’ennesima prova negativa sinonima di una stagione disastrosa. Il Toro sfrutta le ripartenze ed al 70′ va ad un passo dal vantaggio quando l’ex romanista Sanabria colpisce in pieno il palo a Strakosha battuto.

Lazio, Simone Inzaghi: ”C’è rammarico anche per Pippo. Futuro? Con Tare c’è fratellanza”

Immobile sbaglia, granata salvi

Il finale non è per i deboli di cuore. All’83’ l’arbitro Fabbri assegna un rigore alla Lazio per un fallo di Nkoulou su Immobile (in realtà un precedente contatto tra Ansaldi e Muriqi era decisamente più netto): dal dischetto l’attaccante biancoceleste colpisce clamorosamente il palo. Enorme sospiro di sollievo per Cairo e tutto il popolo granata che però devono soffrire fino al 96′ quando, nell’ultimo dei sei minuti di recupero, Lazzari di testa colpisce ancora un clamoroso legno su un assist al bacio di Luis Alberto. E’ l’ultimo brivido per la panchina di Nicola che esplode di gioia al triplice fischio: il Torino è salvo, il Benevento è retrocesso in B. Per i capitolini prima partita senza gol all’Olimpico e niente “aiutino” di Simone a Pippo Inzaghi, ma la porta era veramente stregata.

LAZIO-TORINO 0-0 (0-0)
Lazio (3-5-2):
Strakosha; Marusic, Luiz Felipe (23′ st Patric), Radu (31′ st Parolo); Lazzari, Akpa Akpro (31′ st Pereira), Leiva (23′ st Escalante), Luis Alberto, Fares (17′ st Lulic); Muriqi, Immobile. (25 Reina, 71 Alia, 13 Armini, 32 Cataldi). All.: Inzaghi.
Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; Singo, Rincon (41′ st Baselli), Mandragora, Lukic, Ansaldi; Sanabria (41′ st Zaza), Belotti (48′ st Verdi). (32 Milinkovic-Savic, 18 Ujkani, 99 Buongiorno, 4 Lyanco, 13 Rodriguez, 27 Vojvoda, 77 Linetty, 26 Bonazzoli). All.: Nicola.
Arbitro: Fabbri di Ravenna.
Ammoniti: Strakosha, Luis Alberto, Luiz Felipe e Pereira.
Angoli: 4-0 per la Lazio.
Recupero: 2′ e 6′.



Go to Source