Le Borse di oggi, 1 dicembre. La Fed fa sperare i mercati, Europa in rialzo

Pubblicità
Pubblicità

MILANO – Le parole pronunciate ieri dal Presidente della Fed Jerome Powell, che ha aperta la strada ad un allentamento della stretta monetaria in corso, fanno ben sperare i mercati. Nell’intervento alla Brooking Institution, Powell ha detto che la banca centrale Usa si sta preparando a rialzare i tassi di mezzo punto percentuale a dicembre, interrompendo così al ribasso una serie di 4 aumenti consecutivi di 75 punti base.

L’Europa parte così questa mattina tutta con il segno più, incoraggiata anche dai dati arrivati ieri dall’inflazione nell’Eurozona, che ha mostrato segni di rallentamento lasciando sperare che il cammino di rialzo dei tassi intrapreso dalla Bce possa rallentare anche in Europa.

Clima positivo anche in Asia: Tokyo guadagna lo 0,9%, Hong Kong avanza dell’1,4%, Shenzhen dell’1,2% e Shanghai dello 0,4%.

Avvio positivo per le Borse europee

Avvio in rialzo per le Borse europee, sostenute dalla svolta da ‘colomba’ del presidente della Fed, Jerome Powell. Dopo i primi scambi, Francoforte sale dello 0,99%, Londra dello 0,20%. Parigi dello 0,70% e Milano dello 0,79%.

L’euro apre in rialzo sul dollaro

Apertura in rialzo per l’euro sui mercati che sfrutta il generale indebolimento del dollaro dopo che il presidente della Fed Powell ha annunciato un allentamento della velocità del rialzo dei tassi. Il biglietto verde, che aveva corso negli ultimi mesi propio in scia alla stretta monetaria Usa, perde terreno verso la moneta unica che scambia a 1,045 (+0,4%). In Asia lo yen sale dell’1% a 136,29.

Lo spread apre in calo

Avvio in calo per lo spread Btp-Bund, con il differenziale di rendimento tra i titoli decennali italiani e quelli tedeschi che si restringe di 4 punti base attorno a quota 190. In forte calo il rendimento dei bond italiani, che scende di 12 punti al 3,74%, in un inizio di seduta positivo per tutte le obbligazioni sovrane dell’Eurozona.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source