Le Borse di oggi, 1 novembre. Listini Ue positivi alla vigilia della Fed. Lagarde: “Inflazione ancora troppo alta, avanti con i rialzi dei tassi”

Pubblicità
Pubblicità

MILANO – Giornata positiva per le Borse europee con l’attenzione dei mercati puntata sulla riunione della Fed di oggi e domani. Dalla banca centrale Usa si attende un rialzo dei tassi di interesse di 75 punti base, il quarto consecutivo. Più che sulla decisione di domani, data quasi per scontata, il focus degli investitori è puntato sulle prossime mosse: la debolezza di alcuni dati macro relativi all’economia Usa suggerirebbe un possibile rallentamento, indicazione che potrebbe portare la Fed ad una maggiore cautela sui prossimi rialzi.

Mutui, l’allarme della Fabi: i tassi saliranno oltre il 5%, in Francia si paga molto meno

Lagarde: “Inflazione deve essere al 2%, avanti con il rialzo dei tassi”

Di tassi ha parlato ancora Christine Lagarde, ribadendo quanto sottolineato giovedì scorso al termine del consiglio direttivo della Bce che ha fatto scattare un nuovo rialzo anche in Europa.  “L’inflazione è ancora troppo alta nell’area dell’euro nel suo complesso. La scorsa settimana abbiamo deciso di aumentare i tassi di interesse per la terza volta consecutiva. E prevediamo di aumentarli ulteriormente per assicurarci che l’inflazione ritorni tempestivamente al nostro obiettivo di medio termine del 2%”, ha detto in un’intervista al quotidiano lettone Delfi.

Asia positiva

Giornata positiva anche in Asia. Il Nikkei a Tokyo mette a segno un +0,33%. A scambi in corso corre Hong Kong (+5,7%) con i colossi dell’hi-tech, come Alibaba, sugli scudi. Salgono anche Shanghai (+2,7%) e Shenzhen (+3%) mentre n Cina l’indice Pmi manifatturiero sponsorizzato dalla rivista Caixin ha segnato a ottobre un inatteso rialzo a 49,2

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source