Le domande degli studenti 

Pubblicità
Pubblicità

La prima cosa bella di giovedì 1 dicembre 2022 sono le domande degli studenti quando vai nelle scuole a parlare di un libro che hai scritto. Altro che librerie o festival (dove in effetti, per precauzione, cominciano a essere escluse). Tempo fa sono stato in un istituto del Nord e mi hanno chiesto, tra l’altro, queste tre memorabili cose. 1. “Lei ha altri hobbies, oltre la scrittura?” (Questa me l’ha chiesta a suo tempo anche mio padre e lo hanno fatto, pare, i genitori di molti autori). 2. “Per aiutarsi a scrivere fa uso di droghe?” (Quanto avrei voluto rispondere sì, ma sarebbe stato falso, però veder accorrere il preside…) 3. “Perché l’antagonista cambia, ma è di fatto sempre lo stesso?” “Perché è un po’ come in Siamo uomini e caporali….il film con Totò…” “E chi è Totò?” (appunto, ricordarsi che gli anni passano e quel che ieri era vero non sarà vero domani). La vera lezione è per chi va a parlare nelle scuole: palla bassa, mente aperta e occhio al calendario. 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source