Le Maldive nella testa

Pubblicità
Pubblicità

La prima cosa bella di lunedì 28 novembre 2022 è come ha vinto due singolari di Coppa Davis Lorenzo Sonego: tornando dalle Maldive senza aver pensato di doverli giocare. Era già successo con la nazionale danese campione d’Europa nel 1992. Non si erano qualificati alla fase finale e stavano tutti al mare a far castelli di sabbia. Poi la Jugoslavia, una delle finaliste, è esplosa e i danesi sono stati ripescati. A cuor leggero sono andati e hanno vinto. Poi si sta qui a parlare di preparazione, allenamento, concentrazione. E vincono quelli che tornano last minute dalle Maldive, mentre gli altri s’inabissano nel loro dover fare. Ora non è che questa sia una tecnica sicura e ripetibile, ma credo qualcosa insegni. E cioè che bisognerebbe avere le Maldive nella testa. Invece di riempirsi di stress, attese, pronostici, forum, qualunque cosa si stia per fare, ritirarsi invece nelle proprie Maldive. Prima di un esame, un colloquio, una partita o una conferenza: non aver paura di vincere né di perdere, non pensarci più, è già successo, è andata, siamo in vacanza. 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source