Le pagelle di Juventus-Udinese: Dybala d’autore, Beto troppo solo

Pubblicità
Pubblicità

Juventus
Szczesny 6:
non viene mai impegnato seriamente, si fa trovare pronto due volte sulle iniziative di Beto.
Cuadrado 6: ritorna dopo la squalifica in Supercoppa e ci si accorge subito di quanto sia mancato. Manda un paio di volte a vuote Udogie, dà solidità alla difesa, imposta per i compagni.
De Ligt 6.5: Beto non è un cliente facile, ma anche giocare contro l’olandese non deve essere uno scherzo. Salva in due occasioni nell’area piccola, la solita prestazione concreta.
Rugani 6: sta diventando un punto fermo di Allegri. Non sbaglia un colpo, pulito negli interventi e anche ordinato in costruzione. Quando scivola è bravo a recuperare, come nel finale su Beto.
Pellegrini 5.5: non ha più lo smalto di due settimane fa e fatica a entrare in partita. Non cambia la situazione con il passare dei minuti e Allegri lo sostituisce. Dal 12′ st De Sciglio 6.5: parte con il piede giusto, trova anche l’assist per il raddoppio di McKennie che chiude la partita.
Arthur 5.5: l’obiettivo è accelerare la manovra e verticalizzare, ma la precisione lascia alquanto a desiderare. Non manca invece quando trova Kean, impulso da cui nasce il gol di Dybala: l’unico lampo della sua serata. Dal 1′ st Locatelli 6: non avrà le doti di palleggio di Arthur, ma sa bene cosa fare e come farlo.
Bentancur 6: corre tanto e lo fa sempre con intelligenza. Si fa trovare pronto quando c’è da distruggere la manovra avversaria, meno quando serve precisione nei passaggi. Una prova comunque positiva. Dal 37′ st Rabiot sv.
Kulusevski 5: qualche tocco, un po’ di movimento, un tiro dalla media rimpallato dalla difesa friulana. Niente però di convincente, un’altra occasione sfumata. Dal 1′ st Bernardeschi 5.5: non riesce a incidere nonostante qualche spunto interessante.
Dybala 7: sul gol è bravo e fortunato per il rimpallo su Nuytinck. Sblocca la partita colpendo ancora una volta l’Udinese, la sua vittima preferita. Non c’è solo il gol nella sua prova: un paio di volte sfiora il palo, è il più pericoloso dei bianconeri.
McKennie 6.5: non è nella sua miglior serata ma trova ancora una volta il gol, il secondo consecutivo di testa dopo quello all’Inter in Supercoppa.
Kean 5.5: fatica a carburare ma è sveglio e rapido nel trovare Dybala. Un tocco che non basta a rivalutare la sua prova sottotono. Dal 19′ st Morata 5.5: combina poco.
Allenatore Allegri 6: tre punti importanti conquistati con il sesto 2-0 in campionato ma ancora una volta con una prestazione non brillante.

Udinese
Padelli 6
: il suo passato tra Torino e Inter gli vale i fischi del pubblico bianconero. Non si scompone e fa il suo: incolpevole sui gol.  
Perez 6: si fa anticipare da Kean sul gol del vantaggio juventino, ma resta il più positivo tra i centrali di Cioffi.
Nuytinck 5: pasticcia su Dybala, errore che cambia volto alla partita. Più a suo agio contro Kean, anche se non riesce a infondere tranquillità alla difesa.
Zeegelaar 5: spesso costretto alle maniere forti, ha sulla coscienza il raddoppio di McKennie.  
Soppy 6: a lui spetta il compito meno complicato contro Pellegrini, ma non sempre riesce a cambiare passo. Più intraprendente nella ripresa, fino al contatto con Bernardeschi in area, occasione in cui l’Udinese chiede il rigore. Dal 36′ st Success sv.
Arslan 6: spesso funge da centrale difensivo aggiunto, costretto a sacrificare la fase offensiva. Al rientro dagli spogliatoi ha un altro atteggiamento insieme a tutta la squadra. Dal 40′ st Samardzic sv.
Walace 5.5: più che il regista nel primo tempo fa la diga davanti alla difesa, non sempre nel migliore dei modi. Esce dal guscio nel secondo ma cambia poco nella sostanza. Dal 36′ st Jajalo sv.
Makengo 5.5: spesso monocorde e senza cambi di passo, si accende dopo il 45′, con un paio di giocate interessanti. Non abbastanza.
Udogie 6: non solo corsa e spinta, anche coperture sul pericoloso Cuadrado. Un paio di occasioni nascono dalle sue iniziative sulla sinistra.
Beto 6: cinque tiri, di cui due in porta, nonostante la squadra lo lasci troppo solo. Corre, sgomita, lotta, tira: la nota più positiva della serata friulana.
Deulofeu 5: non ne indovina una, sbagliando stop e appoggi ai compagni. Gravita intorno a Beto ma non riesce a incidere neanche nella ripresa. Dal 21′ st Pussetto 5.5: una sgroppata in contropiede, un tiro da fuori. Qualcosa, se non altro.
Allenatore Cioffi 5.5: nel primo tempo l’Udinese fatica dannatamente, nella ripresa prova almeno ad alzare la testa. Tra infortunati e Covid non è il periodo migliore per i friulani, ma era lecito attendersi qualcosa di più.  

Arbitro Giua 5.5: scontenta tutti con decisioni a volte difficili da comprendere. 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source