Lega, l’avvocato di Morisi: “È pronto a chiarire tutto: la sua condotta penalmente irrilevante”

Pubblicità
Pubblicità

Luca Morisi, l’ex social media manager della Lega, è pronto a chiarire tutto con i magistrati della procura di Verona. A riferirlo l’avvocato Fabio Pinelli che, in una nota, “conferma di aver già manifestato all’autorità giudiziaria la piena disponibilità del suo assistito a chiarire tutti gli aspetti della vicenda, ribadendo la piena convinzione della irrilevanza penale della condotta di Morisi, il quale non ha mai posseduto il flacone contenente il liquido oggetto di accertamenti”.

L’avvocato precisa, inoltre, che allo stato non risulta coinvolto alcun ”quarto uomo”, e anzi dagli atti nella legittima disponibilità della difesa risulta sottoposta a indagine solo una ulteriore persona oltre a Luca Morisi, ossia ventenne di nazionalità romena che nella vita fa il modello e l’escort e ha partecipato al festino a casa di Morisi lo scorso 14 agosto. Come il guru social di Salvini, anche lui è accusato di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti. Dopo aver lasciato l’abitazione di Morisi, durante un controllo delle forse dell’ordine è stato trovata nello zaino una boccetta “da 125 ml” contenente del liquido trasparente che lui stesso ha ammesso essere Ghb, la cosiddetta “droga dello stupro”.

Caso Morisi, la perquisizione nella casa del festino: “Cocaina sui piatti e nascosta nei libri”

L’avvocato Pinelli ritiene di non dover aggiungere altro, se non l’auspicio che il tutto possa essere trattato per quello che è: un fatto che attiene alla vita privata dell’interessato

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source