Libia, la Camera rifinanzia la guardia costiera. Trenta deputati dicono no e chiedono lo stop

Pubblicità
Pubblicità

La Camera ha dato il via libera al rifinanziamento dei fondi destinati alla Guardia costiera libica. Ma trenta deputati della maggioranza hanno presentato e votato una risoluzione alternativa, prima firma  che chiedeva la fine del sostegno ai mezzi e ai militari libici che sono accusato di usare la violenza per bloccare la partenza dei migranti dalle coste libiche.

Il Pd, dopo un lungo braccio di ferro con il governo, ha votato favore dopo l’approvazione di un emendamento al testo che prevede, come voluto da Enrico Letta, “il superamento della suddetta missione” di assistenza alla Guardia Costiera libica, trasferendone le funzioni ad altre missioni “per consolidare il ruolo dell’Italia in Libia, razionalizzare la struttura di comando e potenziare il ruolo europeo”.

Ma questo impegno non ha convinto il manipolo di deputati contrari. Hanno votato contro il testo scritto con la mediazione del governo e hanno presentato una loto risoluzione. E dopo il voto Matteo Orfini, ex presidente del Pd, ha commentato:”La Camera ha scelto di confermare la collaborazione con la Guardia costiera libica. Ancora una volta abbiamo votato contro in pochi, troppo pochi. Ancora una volta una scelta orribile, una giornata orribile”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source