L’incontro con Draghi? Dago-bomba: “Perché Di Maio ha fatto trapelare la notizia”, un’umiliazione per Conte

Libero Quotidiano News

12 luglio 2020

La scorsa settimana è trapelata l’indiscrezione, poi confermata dalla Farnesina, di un incontro tra Giuseppe Conte e Mario Draghi. Ed è stato subito un florilegio di sospetti: l’ex presidente della Bce scalda i motori che lo porteranno a Palazzo Chigi al posto di Giuseppe Conte? Oppure che lo porteranno direttamente al Quirinale, al posto di Sergio Mattarella? Ora, sulla vicenda, arrivano nuove succose indiscrezioni rilanciate da Dagospia, che ci fa sapere che Draghi due settimane fa ha incontrato anche Renzi e ha sentito al telefono Dario Franceschini, con cui si è anche dato un appuntamento faccia a faccia. Insomma, ha interloquito con un rappresentante di tutti i partiti di maggioranza, con i quali mantiene i rapporti da sempre, così come li mantiene con le istituzioni.

Eppure, nota Dagospia, l’unico incontro di cui si è avuta notizia è tato quello con Di Maio. E sempre secondo Dago questo è avvenuto per un motivo precisissimo: è stato un segnale del ministro degli Esteri grillino al premier, che vede in Draghi una potenziale e grandissima minaccia. Sì, potrebbe essere lui l’uomo che detronizzerà Conte. Di Maio, aggiunge il sito di Roberto D’Agostino, “vuole destabilizzare il premier”. Versione confermata anche dalla testimonianza feroce di un M5s anonimo, raccolta da Fabrizio D’Esposito sul Fatto Quotidiano: “‘Di Maio? Farebbe un governo pure con Bokassa, altro che Berlusconi, pur di togliere Conte da Palazzo Chigi”, ha affermato. Parole che rendono il quadro ancor più chiaro.

Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi