Livorno, incendio inghiotte barca in mare, nove persone in salvo su una zattera

Pubblicità
Pubblicità

Le fiamme sono divampate avvolgendo completamente la barca in pochi minuti. E le nove persone a bordo, per mettersi in salvo, hanno dovuto calarsi su una zattera di emergenza e allontanarsi rapidamente, mentre la colonna di fumo nero alle loro spalle diventava sempre più corposa. Ben visibile anche da lontano. La chiamata di Sos è arrivata questa mattina, 10 agosto, attorno alle 12.30. L’imbarcazione, un Raffaelli Maestrale ’52 iscritta a Pesaro di 16 metri, si trovava a 7 miglia a sud dall’isola di Gorgona, nel mare toscano davanti Livorno, quando ha preso fuoco. Tra i passeggeri, tutti toscani, c’erano anche tre minori. Erano partiti tutti assieme da Marina di Pisa. Volevano trascorrere una giornata a largo, diretti verso l’isola di Capraia. Le causa dietro il rogo sono ancora in fase di accertamento. Ma oltre alla possibilità di un guasto tecnico, non si esclude al momento l’ipotesi di una responsabilità diretta dei vacanzieri che erano a bordo e che presto saranno ascoltati dalle autorità per ricostruire la dinamica. Nel caso potrebbero esserci anche delle conseguenze penali a loro carico.

I turisti avrebbero provato a domare le prime fiamme con l’estintore a bordo, ma l’incendio è stato veloce e senza pietà: ha sciolto le lamiere, inghiottito bagagli e arredamento. Il conduttore ha così lanciato via radio il Mayday, segnalando la loro posizione, che è stato ricevuto dalla Guardia Costiera di Livorno. La capitaneria di porto di Livorno ha subito dirottato le imbarcazioni nei paraggi in supporto. E i nove passeggeri sono stati fatti poi scendere sulla zattera di emergenza. Poi il gruppo è stato riportato a Marina di Pisa. Nessuno è rimasto ferito. Sul posto anche i vigili del fuoco con una motobarca e un gommone veloce per le operazioni antincendio. Nonostante gli sforzi la barca è però affondata poco dopo le 14.30 su un fondale di circa 135 metri.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *